Omaggio a Gershwin – Concerto – 03-05-2015

Omaggio a Gershwin – Concerto – 03-05-2015

Concerto per i 120 anni della Società dei Concerti di Parma

Omaggio a Gershwin

Orchestra del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma

Roberto Cappello, pianoforte

Eliseo Castrignanò, direttore

Auditorium Paganini di Parma

Domenica 3 maggio 2015, ore 20.30

 

 

GEORGE GERSHWIN (1898-1937):

Concerto in Fa per pianoforte e orchestra

- Allegro

- Adagio - Andante con moto

- Allegro agitato

 

*****

 

Un americano a Parigipoema sinfonico

 

Rhapsody in Blue per pianoforte e orchestra

 

 

Il concerto nasce per festeggiare i centoventi anni di attività della Società dei Concerti di Parma, storica istituzione che organizzò il suo primo concerto il 5 maggio del 1895. Prestigioso solista della serata sarà il pianista, e attuale direttore del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma, Roberto Cappello. Con lui l’Orchestra del Conservatorio di Parma, diretta da Eliseo Castrignanò in un articolato programma tutto dedicato a George Gershwin: verranno infatti eseguiti il Concerto per pianoforte in fa, la Rapsodia in Blu e il poema sinfonico Un Americano a Parigi, pagine in cui il linguaggio classico si incontra con sonorità ed elementi tipici del jazz.

I biglietti (intero numerato: € 20,00; ridotto per studenti del Conservatorio e soci della Società dei Concerti: € 10,00) sono in vendita presso la biglietteria del Teatro Regio, Strada Giuseppe Garibaldi, 16/A - 43121 Parma; tel. 0521 203999, e-mail: biglietteria@teatroregioparma.org).

 

 

L’Orchestra del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, è nata con l’obiettivo prioritario di offrire ai propri studenti la possibilità di confrontarsi con il grande repertorio sinfonico, favorendo in questo modo l’avvio alla professione dei giovani musicisti. Il Direttore del Conservatorio, M° Roberto Cappello, convinto della valenza didattica di tale iniziativa, grazie anche al prezioso contributo dei docenti, ha avviato l’attività dell’Orchestra favorendo la realizzazione di un’impegnativa programmazione concertistica, che l’ha vista protagonista, insieme al suo stesso Direttore in veste di solista, in importanti Teatri. Dal 2012, l’Orchestra partecipa regolarmente al Festival Verdi e alla Stagione lirica del Teatro Regio di Parma, ed inoltre è ospite regolare delle Stagioni Sinfoniche di prestigiose istituzioni quali: Serate Musicali del Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, del Teatro Civico di Vercelli, del Teatro Comunale Luciano Pavarotti di Modena etc.. L’Orchestra si è esibita, inoltre, nell’Auditorium Conciliazione di Roma, nell’Auditorium Paganini di Parma (in occasione delle celebrazioni 2013 per il bicentenario Verdi–Wagner). Quest’anno sarà protagonista nel concerto di chiusura della Stagione Sinfonica del Teatro Sociale di Pinerolo, con un programma interamente dedicato all’opera di G. Gershwin. Da ricordare la realizzazione della farsa rossiniana, La cambiale di matrimonio, andata in scena nell’ambito della stagione lirica 2014 del Teatro Regio di Parma e del Teatro Valli di Reggio Emilia, con il coinvolgimento degli allievi emergenti della Scuola di Canto del Conservatorio di Musica “A. Boito”. L’Orchestra ha suonato sotto la guida di importanti direttori, quali Andrea Battistoni, Francesco La Vecchia, Marco Dallara, Carla Delfrate, Matteo Pagliari, Alberto Martelli, Giovanni Veneri, Elisabetta Maschio, Francesco Cilluffo, Eliseo Castrignano. Oltre al grande repertorio sinfonico, particolare attenzione viene dedicata alla musica del Novecento: nell’ambito delle celebrazioni del ventennale dalla scomparsa del compositore Franco Margola, sono stati eseguiti concerti inediti per strumento solista e orchestra, che saranno proposti in un cofanetto di prossima pubblicazione, edito dalla casa discografica Tactus, interamente dedicato all’opera sinfonica e cameristica del Maestro bresciano.

  

Roberto Cappello. Una tecnica trascendentale, una raffinatissima sensibilità artistica e spirituale, un costante impegno culturale e intellettuale nella scelta del repertorio volto a esaltarne i più alti contenuti, pongono l’arte interpretativa di Roberto Cappello ai vertici del concertismo contemporaneo. Dopo la vittoria del “Premio Busoni” (1976), ha iniziato una grande e nobile carriera che lo ha visto acclamato protagonista nei teatri più prestigiosi di tutto il mondo, sia nelle vesti di solista, sia con orchestra e formazioni da camera. All’intensa e aristocratica attività concertistica, affianca con esemplare rigore e impegno quella didattica che prevede numerose masterclass, seminari e corsi di perfezionamento. In virtù della sua riconosciuta capacità di un giudizio sereno e obiettivo è costantemente invitato a presiedere le giurie di concorsi pianistici nazionali e internazionali. Dal 2010 è Direttore del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

  

Eliseo Castrignanò. Nato a Lecce, ha studiato direzione d’orchestra sotto la guida di Fabrizio DORSI, Piero BELLUGI, Bruno APREA e Nicola SAMALE, seguendo i corsi di specializzazione presso la Fondazione “I Pomeriggi Musicali” di Milano, i corsi di alto perfezionamento presso la “Scuola di Musica di Fiesole” e presso la “Royal Danish Academy of Music” di Copenhagen tenuti da Markus LEHTINEN e da Jorma PANULA. Ha conseguito il Master in Direzione d’orchestra presso il Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia con Donato RENZETTI, Bruno BARTOLETTI, Lu JIA, Lior SHAMBADAL, che gli hanno assegnato all’unanimità la borsa di studio come miglior allievo del corso. Al debutto sul podio è stato salutato dalla critica come una delle promesse più interessanti della nuova scena musicale italiana. Il musicologo Alessandro Macchia lo ha definito "musicista raffinatissimo e cesellatore di suono instancabile, in grado di contemperare la tradizione esecutiva corrente con un'appassionata proposta di repertori inediti". Il repertorio spazia da Benjamin Britten a Manuel de Falla, da Johann Sebastian Bach a Michael Nyman, del quale ha diretto la prima assoluta italiana della Sinfonia n. 2. Inoltre, ha diretto i Solisti dell'Accademia del Teatro alla Scala, il Coro e l'Orchestra del Bergamo Musica Festival in occasione del 214° anniversario della nascita di Gaetano Donizetti, e di recente ha debuttato al “Teatro Petruzzelli” di Bari in un concerto straordinario dedicato al compositore Silvestro Sasso in occasione del centesimo anniversario dalla nascita. In qualità di direttore ospite, ha diretto l'Orchestra del Teatro lirico di Cagliari, l’Orchestra sinfonica “Tito Schipa” di Lecce, l'Orchestra della Provincia di Bari (con la quale ha eseguito in prima assoluta mondiale composizioni sacre dei compositori Scardicchio e Maiellari), l’Orchestra “Nuova Cameristica” di Milano, l’Orchestra “Vincenzo Galilei” di Fiesole, l'Orchestra della Magna Grecia di Taranto, la “Florence Symphonietta” di Firenze, la “Danish Radio Symphony Orchestra” di Copenhagen, l'Orchestra della Radio di Atene, la “Kapu Bandi Orchestra” di Helsinki, l’Orchestra sinfonica di Bourgas, l’Orchestra Giovanile “G. B. Sammartini” di Lecce, e di recente l'Orchestra del Conservatorio di Parma invitato da Roberto Cappello con il quale si è esibito al Teatro Comunale “Luciano Pavarotti” di Modena e all'Auditorium “Sala Verdi” di Milano, ottenendo ottimi consensi di pubblico e di critica. Contemporaneamente ha diretto diversi titoli del repertorio operistico italiano, fra cui “Aida” (Orchestra dell’Opera di Cluj), “Pagliacci” (Orchestra del Teatro di Kiev) e, nell'ambito della Stagione Lirica di Tradizione 2011 della Provincia di Lecce, “Il barbiere di Siviglia”, oltre a diversi concerti lirici. Fondamentali, per la formazione musicale di Eliseo Castrignanò, sono stati gli anni dedicati all'opera presso prestigiosi teatri lirici in Italia e all'estero. Ha infatti collaborato come maestro sostituto e suggeritore con il Teatro Lirico Sperimentale “A. Belli” di Spoleto, con il Teatro Grande di Brescia, il Teatro “Donizetti” di Bergamo, con il Teatro “Politeama Greco” di Lecce in qualità di maestro del coro e direttore musicale di palcoscenico, con il “Sichuan Conservatory of Music” di Chengdu in Cina, l'Auditori di Barcellona, con il Teatro “Bunka Kaikan” di Tokyo, il Teatro Arena di Praga e il Festival “Rossini in Wildbad” in Germania. Fra gli artisti con cui collabora ricordiamo, fra gli altri, Roberto Cappello, Beatrice Rana, Paata Burchuladze, Salvatore Cordella, Valeria Esposito, Raùl Giménez, Gregory Kunde, Bruno Praticò, Désirée Rancatore, Lorenzo Regazzo, Dimitra Theodossiou. Incide per l'etichetta Naxos e attualmente è il Direttore musicale del salentino "Festival delle Arti".