Largo ai Factotum! Concerto degli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” – 22-11-2016 ore 18:00

Largo ai Factotum! Concerto degli allievi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” – 22-11-2016 ore 18:00

Largo ai Factotum! - Gli studenti del "Boito" in scena

Concerto degli allievi del

Conservatorio di Musica "Arrigo Boito"

Martedì 22 Novembre 2016, ore 18.00

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

  

Alexei Manyk, fisarmonica

Giovanni Palandri, sassofono tenore – Giulia Arnaboldi, viola – Ayumi Matsumoto, pianoforte

Musiche di D. Scarlatti, J. S. Bach, A. Kusjakov, P. Makkonen P. Hindemith

 

 

 

Alexei Manyk – Fisarmonica

 

D. Scarlatti (1685-1757) - Sonata in Re minore K 141

  

J. S.Bach (1685-1750) - Preludio e Fuga in Do diesis maggiore (dal I libro del Clavicembalo ben temperato)

 

A. Kusjakov (1945-2007) - Spring Visions (Suite n.3 dal ciclo "Seasons of the Year - Seasons of Life")

1. On The Eart

2. Spring Sounds

3. Winter Echo

4. Dreams and Shadows

5. Violent Birds

6. Towards the Sun

  

P. Makkonen (1967) - Disco Toccata

 

 ***

  

Giovanni Palandri, sassofono tenore

Giulia Arnaboldi, viola

Ayumi Matsumoto, pianoforte

 

P. Hindemith (1895-1963) - Trio per viola, heckelphone e pianoforte, Op.47

1. Solo. Sehr lebhaft, stürmisch

2. Arioso. Sehr langsam

3. Duett. Lebhaft

4. (Potpourri). Schnelle Halbe

5. Lebhaft. Ganze Takte

6. Schnelle Halbe

7. Prestissimo

 

Il concerto è inserito nella rassegna Largo ai Factotum! - Gli studenti del "Boito" in scena, che vede protagonisti in tutto e per tutto  gli allievi dell'Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale parmigiano. Sono infatti loro a salire sul palcoscenico, in qualità di musicisti o di relatori, e a scegliere gli argomenti delle guide all'ascolto e i programmi dei concerti.

 

 

Alexei Manyk è nato nel 1987 a Konotop in Ucraina. Ha studiato fisarmonica nel Conservatorio “Glinka” di Dnipropetrovsk con Sergei Karlov e Andrei Tarasenco, all’Accademia “Prokofiev” di Donetsk con il prof. Artem Nizhnik e al Conservatorio di Praga con il prof. Jiři Lukeš. Attualmente è allievo del prof. Giorgio Dellarole nella classe di Fisarmonica del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma.

 

Giulia Arnaboldi è nata nel 1992 a Pavia e ha conseguito il diploma tradizionale in viola nel 2013 presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma sotto la guida di Marco Toscani, riportando il massimo dei voti. Attualmente, sempre a Parma, frequenta il secondo anno del Biennio di Musica da Camera sotto la guida di Leonardo Bartali. Nell’anno 2016 si è classificata al primo posto alle audizioni organizzate dalla Filarmonica del Teatro Comunale di Bologna e questo le ha dato la possibilità di esibirsi presso l’Auditorium Manzoni di Bologna nella serie di concerti “Ciclo Cajkovskij” con solisti quali Gidon Kremer, Boris Belkin, Dmitry Masleev e Andrei Ionita sotto la direzione di Gianluigi Gelemtti, Michele Mariotti, Gabor Takacs-Nagy, Hirofumi Yoschida e Dietrich Paredes. Ha avuto l’occasione, mediante audizione presso il Conservatorio di Parma, di suonare il Sestetto per archi n. 1 op. 18 di Brahms insieme a Ivan Rabaglia presso l’Auditorium del Carmine. Nel 2015 è stata selezionata, sempre presso il Conservatorio di Parma, per eseguire l'Ottetto op. 20 di Mendelsshon con Kolja Lessing e Yves Savary presso l'Auditorium del Carmine di Parma; ha suonato col Gruppo di Musica Contemporanea del Conservatorio "Arrigo Boito" diretto da Danilo Grassi a Parma e Modena (musiche di Frank Zappa) e con l'Ensemble da Camera del Conservatorio "Arrigo Boito" diretto da Pierpaolo Maurizzi a Parma e a Bologna, in occasione del Bologna Festival 2015 (musiche di Webern). Nel 2013 ha fatto parte dell'Orchestra Giovanile Italiana, esperienza che le ha dato l'opportunità di suonare alla Konzerthaus di Berlino, al Grand Théâtre di Aix-en-Provence e in varie città d'Italia con direttori d'orchestra quali Riccardo Muti, Alexander Lonquich, Pascal Rophé, Wayne Marshall e Nicola Paszkowski, oltre alla possibilità di perfezionarsi con Danilo Rossi, Antonello Farulli, Danusha Waskievicz, Alfonso Ghedin e Simone Briatore; ha inoltre fatto parte del quartetto d’archi dell'OGI sotto la guida di Alina Company.

 

Giovanni Palandri ha iniziato gli studi presso il Conservatorio "Giacomo Puccini" di La Spezia, sotto la guida del M. Marco Falaschi. Si è diplomato in sassofono sotto la guida del M. Massimo Ferraguti, presso il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma. Ha eseguito musiche di George Gershwin con l'Orchestra del Conservatorio "Boito" presso il Teatro Sociale di Pinerolo, l'Auditorium Paganini di Parma e la Sala Verdi del Conservatorio di Milano. Ha preso parte al Festival Saxofonistico di Szeczin, in Polonia, esibendosi in ensemble durante il concerto finale. È stato membro del quintetto di sassofoni del Conservatorio di Parma, sotto la direzione del M. Pierluigi Alessandrini. Attualmente frequenta il secondo anno di biennio specialistico di sassofono con il M. Ferraguti.

 

Ayumi Matsumoto è nata a Tokyo nel 1996. Si e’ diplomata presso la Tokyo Gakugei University International Secondary School nel 2014. In Giappone, ha studiato pianoforte con la professoressa Mari Takeda. Ha in seguito partecipato a masterclass in Polonia (Accademia Chopin), a Gressoney, Monfalcone, San Marino e San Benedetto. E’ risultata una dei tre finalisti del Concorso internazionale “Giovannini” di Reggio Emilia e ha conseguito il primo premio al Concorso Pianistico internazionale “Baldi”. Nel 2015 ha vinto una borsa di studio assegnata dal Lions Club. Ha suonato a Monthy il “Quartetto per la fine dei tempi” di Messiaen nella rassegna Dimanche au chateau. Nel giugno 2016 ha eseguito il Primo Concerto di Chopin con l’Orchestra Sinfonica “Toscanini”. Attualmente prosegue i suoi studi pianistici presso il Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” sotto la guida del M. Andrea Padova.