LabRetMus – Parafrasi sul silenzio: seminario-laboratorio con Fabrizio Ottaviucci e Giuseppe Ielasi – 22/23-04-2015

LabRetMus – Parafrasi sul silenzio: seminario-laboratorio con Fabrizio Ottaviucci e Giuseppe Ielasi – 22/23-04-2015

Laboratorio di Retorica Musicale

Parafrasi sul silenzio: seminario-laboratorio con concerto finale

Masterclass di pianoforte: M° Fabrizio Ottaviucci

Masterclass di improvvisazione d’ensemble: M° Giuseppe Ielasi

Auditorium del Carmine

Mercoledì 22 e giovedì 23 aprile 2015

 

Il silenzio è componente essenziale della musica, non solo per il suo essere pausa, confine e contorno del suono, ma anche per le sue caratteristiche “chimiche” all’interno dello stesso fenomeno sonoro. Ciò che nell’interpretazione definisce il respiro, il colore, l’agogica è imprescindibile dalla natura e dalla presenza del silenzio, nella composizione del suono singolo come nell’interazione fra realtà sonore disparate. Il seminario – in ideale linea di continuità con il Laboratorio di Retorica Musicale - intende offrire una messa in pratica di tali premesse teoriche, proponendo concretamente un percorso di studio che offra la possibilità di prender coscienza attiva del “respiro del silenzio, stimolando l’agio interiore nel renderlo parte dell’interpretazione” come osserva Fabrizio Ottaviucci, che curerà una masterclass per i pianisti, rivolta sia all’improvvisazione che al repertorio, mentre Giuseppe Ielasi lavorerà sulle tecniche dell’improvvisazione d’insieme destinate parimenti a cantanti, strumentisti e compositori, “acustici” come “elettronici”.
Al termine del seminario, coordinato dal Prof. Luigi Abbate, docente di Composizione del Conservatorio di Musica “A. Boito”, è previsto un concerto (mercoledì 23 aprile, ore 21.00, Auditorium del Carmine), che riunirà il risultato del lavoro svolto singolarmente dai due docenti ospiti.

Il seminario è gratuito per gli studenti del Conservatorio di Parma e per gli iscritti a tutte le AFAM. Il seminario è aperto a partecipanti esterni, che possono prendervi parte sia in qualità di allievi effettivi che di uditori. Per gli allievi effettivi è prevista l’assegnazione di crediti formativi.

Per informazioni e iscrizioni: Prof. Luigi Abbate, luigi.abbate@conservatorio.pr.it

 

Giuseppe Ielasi, musicista e compositore, dal 1996 al 2006 ha lavorato nell’ambito della musica improvvisata, collaborando con musicisti quali Jerome Noetinger, Martin Siewert, Brandon Labelle, Nmperign, Phill Niblock, Oren Ambarchi, Mark Wastell, Nikos Veliotis. Dal 2007 si occupa prevalentemente di composizione di musica elettroacustica spesso eseguita e rielaborata in concerto, durante vari tour in Europa, Stati Uniti e Giappone. Nel 2010 ha presentato i propri lavori al Centre Pompidou di Parigi, e all’ INA-Grm (Radio France). Il suo disco August è stato nominato per il Qwartz Electronic Music Award 2007, e compare nella lista delle migliori uscite discografiche del 2006 secondo la rivista «Wire Magazine». Fa parte dei gruppi Bellows (con Nicola Ratti), Oreledigneur (con Renato Rinaldi), Flore de 19
Cataclysmo (con Michel Doneda e Ingar Zach), e collabora stabilmente con i video-artisti Claudio Sinatti (Festival Transart. Bolzano 2010) e Michaela Grill (Rotterdam Film Festival, Evolution Festival Leeds, FilmSoundFilm Marfa Texas). Collabora dal 2005 con Armin Linke, come musicista in performance audiovisive (ZKM Karlsruhe, RomaEuropa Festival, Goethe Institut New York, Villa Romana Firenze), e come montatore e compositore per produzioni video e cinematografiche. Dal 1998 al 2005 ha curato l’etichetta discografica Fringes Recordings, realizzando produzioni di Eliane Radigue, Alvin Curran, Rolf Julius, Charlemagne Palestine, Brandon Labelle, Eric La Casa e molti altri. Al momento è co-curatore di due etichette, Schoolmap Records (con Francesco Tenaglia, con il quale ha prodotto lavori di David Toop, Eliane Radigue, Akira Rabelais, Tom Recchion e altri) e Senufo Editions (con Jennifer Veillerobe).

Fabrizio Ottaviucci si è brillantemente diplomato in Pianoforte presso il Conservatorio di Pesaro, sotto la guida di Paola Mariotti; ha inoltre studiato Composizione con Fausto Razzi e Musica Elettronica con Walter Branchi. Ha tenuto concerti in tutta Europa, Messico, Stati Uniti, Canada, India, suonando in festival prestigiosi (RomaEuropaFestival, Milano Musica, Angelica Bologna. Musica d’hoy Madrid, Festival Cervantino Messico, Ruhrtriennale, Imago Dei Vienna, ecc.). La sua attività nella musica contemporanea lo ha portato a collaborare con prestigiosi partner quali Rohan De Saram, Stefano Scodanibbio, Mike Svoboda, Mario Caroli, Manuel Zurria, Francesco Dillon, Tara Bouman, Daniele Roccato, Markus Stockhausen. Dal 2011 collabora stabilmente con l’attrice regista Chiara Guidi della Societas Raffaello Sanzio Cesena. Ha studiato l’opera pianistica di Giacinto Scelsi e di Terry Riley con l’autore: ha presentato prime assolute di Giacinto Scelsi, Terry Riley, Stefano Scodanibbio, Ivan Vandor, Gilberto Cappelli, Alberto Caprioli, Tonino Tesei, Fernando Mencherini, Fabrizio De Rossi Re. Ha inciso opere di Scelsi, Cage, Ustvolskaja, Riley, Gubaidulina per la Stradivarius e per la Wergo. Nel campo della musica intuitiva ha tenuto concerti con Simon Stockhausen, Trilok Gurtu, Gary Peacock, Mark Nauseef, Tony Esposito, Conny Bauer, Robyn Schulkowsky, e registrato per la Ecm (primo artista italiano della collana), la CMP, Amiata, Splash R, Egea.