LabRetMus 2024 X edizione – Musica e soprannaturale – 13-04-2024 e 04-05-2024

LabRetMus 2024 X edizione – Musica e soprannaturale – 13-04-2024 e 04-05-2024

 

 

 

LabRetMus 2024

Laboratorio di Retorica Musicale – X edizione

Musica e soprannaturale

I SESSIONE - Sabato 13 aprile 2024

II SESSIONE - Sabato 4 maggio 2024

- Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

Il Laboratorio di retorica musicale (LabRetMus), giunto alla decima edizione, mette a confronto musicisti e studiosi di varie discipline artistiche intorno a un tema, per mostrare come la musica esprima i concetti più diversi attraverso strategie retoriche. Sono stati trattati negli anni passati Musica e silenzio, Musica e gesto, Musica e paesaggio, Musica ed Eros, Musica e Thanatos, Musica e umorismo, Musica e viaggio e Musica e guerra.

Il tema di quest’anno è Musica e soprannaturale, esplorato, come di consueto, da angolature diverse, spaziando dall’epoca barocca al pieno Novecento. Spettri, apparizioni, fantasmi, popolano l’opera in musica fin dal suo esordio, con l’Orfeo di Claudio Monteverdi. Un secolo e mezzo dopo, Christoph Willibad Gluck contrappone con grande efficacia nell’Orfeo ed Euridice le furie infernali e gli spiriti eletti dei campi elisi.

Analizzeremo le figure retorico-musicali impiegate per esprimere il soprannaturale, a partire dagli archetipi del teatro classico antico, fino alle sperimentazioni di musica proto-elettronica di un compositore e inventore russo, Nicolas Obuhov, impregnato di misticismo esoterico. Come di consueto, le relazioni saranno accompagnate da esecuzioni dal vivo di studenti del Conservatorio, oppure da abbondanti esemplificazioni multimediali. 

Al LabRetMus 2024 sarà collegato un concerto, diviso in due parti: la prima dedicata alla presenza di spiriti, fantasmi e apparizioni nell’opera, anche nelle parodie dell’opera buffa; la seconda alle varie declinazioni del ‘fantastico’ e del soprannaturale nel Lied romantico tedesco, da Carl Loewe a Richard Strauss.

 

 

SABATO 13 APRILE 2024

 

Ore 15.00 - Elisabetta TorselliOmbre, evocazione, sogni: archetipi antichi all’opera

 

Ore 15.45 - Riccardo Mascia“Facciamolo strano…” Esiste un linguaggio musicale per il soprannaturale?

Esemplificazioni musicali a cura di studenti della classe di Accompagnamento
pianistico di Riccardo Mascia

 

Ore 17.00 - Fabiana CiampiLa Gerusalemme celeste fra cielo e terra: le “Toccate per l’elevazione” di Girolamo Frescobaldi (Fiori musicali, 1635)

Luca d’Abbate, organo

 

Ore 20.30 - CONCERTO

 

 

SABATO 4 MAGGIO 2024

 

Ore 12,15 - Gregorio Moppi, Franz Liszt: demoni e angeli

 

Ore 15,00 - Emiliano Pintori, Spiritual. Breve introduzione alla filosofia di John Coltrane e considerazioni sulla sua eredità.

 

Ore 15,50 - Luigi Abbate, Declinazioni dell’irrazionale nel primo Novecento
Con un intervento di Carlo Lo Presti su Nikolas Obuhov musicista proto-elettronico

 

Ore 17,00 - Beatrice Salvi, Prove di volo: il surrealismo quotidiano di Dino Buzzati in musica

 

Ore 17,40 - Francesco Fecondo, Isora di Provenza: il Medioevo fantastico nel libretto di Angelo Zanardini

 

Ore 18,30 - Niccolò Luca Simone Mantovani Nicastro, Santità e Maligno nell’opera romana del primo Seicento: il Sant’Alessio di Stefano Landi

 

La seconda sessione del LabRetMus 2024 illustra l’incidenza del soprannaturale nella musica del Novecento, spaziando dal Jazz all’opera. Vi sarà anche uno sguardo retrospettivo sull’opera romana del Seicento e sull’opera di fine Ottocento. Presenteranno le loro ricerche tre studenti del corso di Musicologia e di quello di Didattica della musica, realizzando l’intento del LabRetMus di proporsi come spazio di discussione aperto a tutte le componenti della Scuola.