Immaginiamo la danza: guida all’ascolto – 10-02-2015

Immaginiamo la danza: guida all’ascolto – 10-02-2015

Il suono svelato

Immaginiamo la danza

Guida all'ascolto a cura del Prof. Riccardo Mascia

Martedì 10 febbraio 2015, ore 18.00

Auditorium del Carmine

Ingresso gratuito

 

Perché la danza è una delle principali espressioni della musica barocca? Perché i bimbi che studiano pianoforte devono cimentarsi in gavotte e minuetti? Perché le musiche strumentali di Bach sono organizzate in “suites” di danze? La danza era una via di educazione all’espressione. La varietà di ritmi che poteva offrire l’alternanza delle diverse danze era un modo di sperimentare le capacità espressive di chi suona e di educare chi ascolta alla varietà del mondo. Infatti nelle caratteristiche delle danze di provenienza aristocratica o popolare si sperimenta la diversità della stratificazione sociale. Ed era perfino una lezione di geografia! Ogni regione europea (e in qualche caso anche il Nuovo Mondo) è rappresentata nelle danze della suite.
Durante la guida all'ascolto, verranno descritte le principali danze del periodo rinascimentale e la loro evoluzione in epoca barocca: le danze da ballare, l’uso di “passeggiarle” fino a costruire danze figurate, appunto, immaginate; il significato retorico delle danze e “affetti” preminenti; l'organizzazione della suite. Alcune danze “passeggiate” verranno “smontate” e ridotte agli schemi ritmici originari. Questo aiuterà a scoprire e apprezzare le varietà metriche ed espressive delle danze barocche, spesso difficilmente identificabili, per esempio, dal pianista che affronta le suite di J.S. Bach.
Verranno eseguite danze rinascimentali, musiche di Froberger, D’Anglebert, Louis Couperin e Johann Sebastian Bach.

L'incontro è a cura del Prof. Riccardo Mascia, docente di pianoforte del Conservatorio "A. Boito", ed è inserito nel ciclo "Il suono svelato", serie di guide all'ascolto rivolte a tutta la cittadinanza e agli studenti, nate per fornire nuovi strumenti di comprensione agli appassionati che desiderano approfondire la conoscenza di quanto ascoltano.