I Concerti del Boito. Genio, invidia e amore. Mozart nelle pièce di Puskin – SOSPESO

I Concerti del Boito. Genio, invidia e amore. Mozart nelle pièce di Puskin – SOSPESO

 

 

 

I Concerti del Boito

Genio, invidia e amore

Mozart nelle pièce di Puskin

SOSPESO

– Sala dei Concerti della Casa della Musica –

Ingresso libero

 

Giovanni Loi e Teresa Poggiali, interpreti

 

 

Musiche di W. A. Mozart

Alessia Cavuoti, soprano

Claudia Gori, pianoforte

Alberta Stefani, violino

Marcella Cambianica, clarinetto

Leonardo Bartali, viola

 

 

 

 

Il concerto prende spunto da due pièce teatrali di Puskin ispirate alla figura di Mozart. La leggenda che vuole Mozart avvelenato da Salieri ha ispirato molti artisti e prodotto opere teatrali e cinematografiche: il Mozart-Salieri di Puskin del 1830, Amadeus di Peter Shaffer, dramma teatrale del 1979, e il successo cinematografico mondiale, ancora Amadeus di Milos Forman, del 1984. In realtà sembra appurato che Mozart morì di reni, conseguenza di una serie di infezioni che lo funestarono dall’infanzia; e sembra assai improbabile che il potente e affermato Kappellmeister Salieri potesse invidiarlo così tanto da arrivare a ucciderlo.  Puskin venne comunque a conoscenza della leggenda e, senza interesse per la ricostruzione storica ma stimolato dal tema del genio e dell’invidia, ne fece un testo teatrale.

Nella lettura di Puskin del Convitato di Pietra, invece, la commedia messa in musica da Mozart sembra tramutarsi in tragedia: mancano Masetto e Zerlina e anche Leporello è ai margini. Puskin sviluppa in un’ottica romantica i temi già presenti nella versione di Da Ponte della colpa e della impossibile redenzione. Don Giovanni, tornato avventurosamente a Madrid dall’esilio a Parigi, ritrova le sue amate donne e i suoi cruenti duelli, ma gli succede di innamorarsi di donna Anna; una Anna ben diversa dal modello Mozartiano: sposa, non figlia, dell’uomo ucciso da Giovanni. Una Anna simbolo di bellezza, pietà e modestia. Giovanni non la seduce ma si abbandona al sentimento e indifeso confessa il suo amore e il suo crimine, pronto a morire per l’amata. Anche Anna cade in questa tensione romantica, giunge ad amare l’assassino, prospetta un domani, una redenzione che però sarà negata dalla fredda stretta di mano del Convitato di Pietra.

 

 

 

Wolfgang Amadeus Mozart

dalla Sonata per pianoforte n. 11, KV 331

III movimento “alla turca”

 

MOZART SALIERI

 

Wolfgang Amadeus Mozart

dal duetto per violino e viola n. 2 Kv 424

I movimento, Adagio, Allegro

II movimento, Adagio

 

IL CONVITATO DI PIETRA I parte

 

Wolfgang Amadeus Mozart

dal Don Giovanni, atto II scena V

aria di donna Anna "non mi dir"

 

IL CONVITATO DI PIETRA II parte

 

Wolfgang Amadeus Mozart

Kegelstatt trio per viola, clarinetto e pianoforte KV 498