Patricia Alessandrini collabora con ensemble come: Arditti Quartet, Ensemble InterContemporain, Ensemble Itinéraire, ed Ensemble Recherche, formazioni che hanno eseguito le sue opere in numerosi paesi europei.
Le sue opere sono state eseguite nell'ambito di diversi festival: Acanthes (Avignon, Metz), Archipel, Darmstadt Ferienkurse, Donaueschinger Musiktage, Electric Spring, Heidelberger Frühling, Mostly Mozart, Musica-Strasbourg, Salzburg Biennale, ed unounoprima (Parma).

I suoi lavori, realizzati in collaborazione con l'Institut de Recherche et Coordination Acoustique/Musique (IRCAM), la Groupe de recherches musicales (GRM), Elektronmusikstudion (EMS), ecc., utilizzano l'elettronica in tempo reale, e sono per la maggior parte multimediali e interattivi.

Ha studiato composizione con Ivan Fedele, Tristan Murail e Thea Musgrave, e frequentato corsi di Franco Donatoni, Brian Ferneyhough, Jonathan Harvey, Michael Jarrell, Betsy Jolas, Helmut Lachenmann, Philippe Manoury e Marco Stroppa. Ha partecipato al corso sperimentale di composizione e live electronics al Conservatorio di Bologna con Adriano Guarnieri ed Alvise Vidolin, ed al cursus di un anno di composizione ed informatica musicale all'IRCAM. Si è diplomata in composizione presso il Conservatorio di Strasburgo, ha ottenuto un PhD presso l'Università di Princeton nel 2008 sulla composizione e l'analisi assistite dal computer, e un altro presso il Sonic Arts Research Centre (SARC, Queens University Belfast) nel 2014 sulla interazione in tempo reale per mezzo di modelli fisici.

Ha insegnato composizione assistita dal computer (CAC) nella Scuola superiore della Accademia Musicale Pescarese (AMP), composizione con tecnologia all’Università di Bangor. Attualmente insegna ‘Sonic Arts’ presso la Goldsmiths, Università di Londra (UoL).