Concerto dell’Orchestra degli allievi del Conservatorio “Arrigo Boito” – direttore Alberto Martelli – 6-06-2015

Concerto dell’Orchestra degli allievi del Conservatorio “Arrigo Boito” – direttore Alberto Martelli – 6-06-2015

Concerto dell'Orchestra degli allievi del Conservatorio "Arrigo Boito"

Esito del Laboratorio d'orchestra del M. Alberto Martelli

Dedicato al M. Fausto Pedretti, già docente di fagotto e vicedirettore del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma

M. Alberto Martelli, direttore

Sabato 6 giugno 2015 ore 20.30

Chiostro del Conservatorio

(in caso di maltempo, il concerto si terrà nell'Auditorium del Carmine)

Ingresso libero

 

 

 

Programma:

Ethienne Mehùl (1763 – 1817): La Chasse du jeune Henri, Overture

Franz Schubert (1797 – 1828): Sinfonia in si min. Incompiuta

Piotr Ilic Tchaikovsky (1840 - 1893): Il lago dei Cigni, Suite op. 20b

Jan Sibelius (1865 – 1957): Finlandia -Poema Sinfonico

 

 

ALBERTO MARTELLI, Direttore

Orchestra degli allievi del Conservatorio A. Boito

 

Studenti solisti:

Filippo Jakova, violino

Gregorio Buti, violoncello

Darta Tischenkopfa, arpa

Giuseppe Errico, cornetta

 

 

 

Per il Laboratorio d'Orchestra 2015 del Conservatorio "Boito" sono stati scelti due brani di grande repertorio: la Sinfonia Incompiuta di Schubert e la Suite op. 20b da Il lago dei Cigni di Tchaikovsky che, per l'alternarsi tra importanti soli e momenti orchestrali di grande complessità timbrica e ritmica, sono ideali per testare le capacità di uno studente che si deve inserire nel mondo professionale. Come ogni anno, nell'ottica di un lavoro di ricerca, l'Orchestra eseguirà anche un brano meno conosciuto. La scelta è caduta sulla Overture di Mehul (compositore di epoca napoleonica) La Chasse du jeune Henry, brano che ebbe grande successo all'epoca e per tutto l'Ottocento. Lo stile di caccia mette in risalto i corni. Il brano verrà eseguito con una nuovissima strumentazione, a cura dello stesso direttore, Alberto Martelli. Il concerto terminerà con l'esecuzione del celebre Poema sinfonico Finlandia di Sibelius, un omaggio per i centocinquanta anni dalla nascita di uno dei massimi compositori nordici, nonché uno dei più grandi sinfonisti di tutti i tempi. Non va dimenticato che il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma ha avuto, nel suo corpo insegnante, Satu Jalas, nipote di Sibelius, che sarà presente alla serata.

Il concerto finale Laboratorio d'Orchestra, aperto liberamente al pubblico, è anche un momento importante di verifica degli studi svolti durante l'Anno Accademico. Per gli studenti dei Bienni e Trienni è infatti il momento dell'esame, in occasione del quale viene valutata la loro capacità di suonare in Orchestra.

 

 

Alberto Martelli ha studiato composizione, musica corale e direzione di coro e direzione d’orchestra presso il Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna. Come maestri ha avuto P. Renosto, G. Clementi, T .Gotti e B.M. Furgeri. Ha frequentato attivamente i Corsi Internazionali di Direzione d’Orchestra di Sergiu Celibidache (Treviri, Monaco di Baviera) unitamente ai seminari di Fenomenologia della musica all’Università di Magonza. E’ stato assistente di E. Inbal e H. Soudant. Ha diretto in diverse istituzioni italiane (Orchestre Rai, Orchestra Sinfonica di Bari, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra di Roma e del lazio, Orchestra sinfonica dell’Emilia Romagna “A.Toscanini”, Orchestra del Teatro Bellini, Symphonia Perusina, Orchestra Sinfonica della provincia di Lecce, Orchestra Filarmonica “G. Verdi” di Salerno, etc.) ed estere (Orchestra ORTF, Orchestra Sinfonica della Radiotelevisione Bielorussa, Jaener Philarmoniker, Orchestra sinfonica di Oviedo, Orchestra nazionale lituana, Orchestra della radio svedese etc.) e presso festivals e sale prestigiose (Festival de Haute Savoie, Passau, Gasteig, Hercules Saal, etc.) Dal 1990 al 1993 è stato direttore stabile dell’orchestra Sinfonica della Provincia di Lecce, attualmente è direttore ospite principale dell’Orchestra della radiotelevisione Bielorussa a Minsk, con la quale ha inciso alcuni CD, (Prima incisione mondiale di musiche di Franchetti). Nel 2000 ha diretto e inciso a Rovigo e Treviso la prima mondiale del balletto “Sprint” di G. Gaslini, balletto premiato dalla critica come miglior balletto italiano contemporaneo di quell’anno. E’ docente di Esercitazioni Orchestrali presso il Conservatorio di Musica di Parma.