Concerto della pianista Klara Kormendi – 13-05-2015

Concerto della pianista Klara Kormendi – 13-05-2015

Concerto della pianista Klara Kormendi (Budapest)

Mercoledì 13 maggio 2015, ore 21.00

Auditorium del Carmine

Ingresso libero

 

 

   

 B. Bartók (1881 - 1945): Suite, op.14.

 

 Z. Kodály (1882 – 1967): Meditazione su un tema di Debussy

 

F. Liszt (1811 – 1886): Les jeux d' eaux à la Villa d'Este (da Années de pèlerinage, Troisième année)

 

F. Mendelssohn (1809 – 1847): Rondo capriccioso op. 14

 

A. Bozay (1939 - 1999): Variazioni per pianoforte, op.10

 

Z. Durkó (1934 - 1997): Selezione da The History of the Spheres

 

F. Liszt: 2 Légendes

 

 

Franz Liszt fu presidente dell’Accademia Nazionale di Musica di Budapest, fondata nel 1875 con l'intento di creare una tradizione musicale nazionale ungherese. La scelta di Liszt indicava una strada, e cioè la fusione del folklore magiaro con le forme del Romanticismo tedesco, tenendo conto del patrimonio popolare da un lato e della tradizione colta dall’altro. Il compimento dell’opera fu il frutto degli sforzi e del talento di altri grandi compositori ungheresi, come Zoltán Kodály e Béla Bartók. Il percorso proposto dalla pianista ungherese Klara Kormendi è proprio un viaggio attraverso la tradizione musicale ungherese, arrivando sino al Novecento con compositori com Attila Bozay, Zsolt Durkó. Unica eccezione, in questo panorama, il compositore tedesco Felix Mendelssohn.

 

 

Nata a Budapest, la pianista ungherese Klara Kormendi ha studiato con Kornel Zempleni nel Conservatorio Bartók e, più tardi, è diventata allieva di Peter Solymos nell'Accademia Liszt, dove si è diplomata con lode nel 1967. Ha avuto un precoce successo in numerosi concorsi internazionali, e ha intrapreso poi una carriera che l'ha portata nei maggiori centri musicali d'Europa: Vienna, Parigi, Londra, Basilea, Colonia, Losanna e Lubiana. Ha un ampio repertorio e da sempre mostra un particolare interesse verso la musica contemporanea, sia ungherese che di altri paesi. Ha inciso per l'etichetta Hungaroton musiche di Pierre Boulez, Olivier Messiaen, Luciano Berio e Heinz Holliger. Per la Naxos ha inciso musiche di Claude Debussy ed Erik Satie.