Trasferta a Sion: La serva padrona di G. B. Pergolesi – 08-04-2017 ore 17:00

Trasferta a Sion: La serva padrona di G. B. Pergolesi – 08-04-2017 ore 17:00

 

 

 

 

Giovanni Battista Pergolesi

La serva padrona

Progetto nato dalla collaborazione tra il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma e la Haute Ecole de Musique di Lausanne-Sion-Friburgo

Sabato 8 aprile 2017, ore 17.00

– Sion: Hemu, Site de Sion, Grande salle – 

Ingresso libero

 

 

 

Il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma va in trasferta a Sion per un progetto internazionale: quattro studenti delle classi di Canto dell'Istituto Afam parmigiano, selezionati tramite audizioni, si uniranno a un ensemble strumentale formato da sei studenti della Haute Ecole de Musique di Lausanne-Sion-Friburgo, per mettere in scena La serva padrona di G. B. Pergolesi. I ragazzi saranno preparati durante una masterclass tenuta dal prof. Riccardo Mascia, docente di prassi esecutiva e repertorio del Conservatorio di Parma, coadiuvato dalla prof.sa Roberta Faroldi (docente di Teoria e tecnica dell'interpretazione scenica del Boito) che curerà regia, scene e costumi. Lo spettacolo sarà diretto dallo stesso Riccardo Mascia al clavicembalo.
Dopo l'intermezzo di Pergolesi, altre due studentesse dei corsi di canto del "Boito" interpreteranno due mottetti di Antonio Vivaldi (Stabat Mater e Nulla in mundo pax sincera).

L'esperienza verrà ripetuta a Parma in maggio, quando gli allievi di Sion restituiranno la visita. La serva padrona sarà in scena nell'Auditorium del Carmine il 9 maggio, nell'ambito dei Concerti del Boito, e il 10 maggio per le scuole.

 

 

Questi gli interpreti che si alterneranno nelle recite:

Serpina: Mariska Bordoni, Stela Dicusara, Chiara Guerra
Uberto e Vespone: Lorenzo Bonomi, Guido Dazzini, Eugenio Degiacomi

 

I mottetti di Vivaldi saranno cantati da:
Michela Borazio e Wu Yue

 

L'ensemble strumentale è composto da:
Enora Fondain e Flora Santi - violini
Clément Bufferne (a Sion) e Elisa Zito (in Italia) - viola
Lina Luzzi - violoncello
Antoine Greuzard - contrabbasso
Cedric Meyer - chitarra barocca e arciliuto

 

Per maggiori informazioni: www.hemu-cl.CH