Strumenti originali o copie? Il musicista di fronte agli strumenti storici. Conferenza di Elena Previdi – 10-06-2016

Strumenti originali o copie? Il musicista di fronte agli strumenti storici. Conferenza di Elena Previdi – 10-06-2016

Strumenti originali o copie? Il musicista di fronte agli strumenti storici.

Conferenza di Elena Previdi

per l’aggiornamento dei docenti, per allievi ed esterni

Venerdì 10 giugno 2016, ore 14.30-17,30

Aula 9 del Conservatorio di Musica Arrigo Boito

 

 

  

Calendario:

- venerdì 10 giugno 2016 dalle 14:30 alle 17:30, Aula 9 del Conservatorio "Boito";

 

Descrizione:

La conferenza tratterà gli effetti delle trasformazioni che subiscono gli strumenti antichi quando, per essere utilizzati, vengono restaurati in modo “funzionale”. Negli ultimi anni si sta imponendo a livello internazionale un approccio del tutto opposto, malvisto dai musicisti, quello del restauro “conservativo”, sostenuto soprattutto dai curatori di musei. Può esservi un punto di incontro fra esigenze tanto diverse? Forse sì, considerando un altro fenomeno recente, quello della realizzazione di strumenti copie fedeli degli originali. L'esposizione sarà accompagnata da esemplificazioni relative a strumenti delle collezioni storiche del Conservatorio e da materiali visivi.

 

  

Elena Previdi è dottore di ricerca in Musicologia, laureata con lode in Musicologia e beni musicali e diplomata in Pianoforte, Clavicembalo, Composizione sperimentale, Musicologia. Si è specializzata in organologia con Renato Meucci con il quale ha fatto parte, presso il Conservatorio di Milano, della Commissione per la ricognizione e l’inventario degli strumenti della Collezione storica. Frutto di tale lavoro è stato, oltre alla redazione dell’inventario completo della collezione, il saggio Le alterne fortune della Collezione di strumenti musicali del Conservatorio di Milano (in Il Conservatorio di Milano secolo su secolo. 1808-2008, Skira, Milano 2008). Attualmente, sempre presso il Conservatorio di Milano, fa parte della Commissione per la redazione del nuovo catalogo degli strumenti musicali storici. Fra le numerose altre pubblicazioni di argomento organologico spicca il saggio pubblicato sul «Journal of the American Musical Instrument Society» (Let the “cembali” come out of the attics! New light cast on pianos made in Milan at the turn of the 19th century, JAMIS vol. 34/2008). Da giugno 2014 è curatore della collezione di strumenti musicali del Museo del Conservatorio di Parma. È docente di Organologia presso i conservatori di Milano e di Pesaro. Svolge un’intensa attività musicale come tastierista, pianista e clavicembalista.

Per informazioni: Carlo Lo Presti carlo.lopresti@conservatorio.pr.it.