Scrivere musica per i giovanissimi. Seminario a cura di Antonio Giacometti – 25-05-2018

Scrivere musica per i giovanissimi. Seminario a cura di Antonio Giacometti – 25-05-2018

 

 

 

Scrivere musica per i giovanissimi

Aspetti tecnici ed estetici

della composizione musicale

destinata all'infanzia e all’adolescenza

Seminario a cura di Antonio Giacometti

Venerdì 25 maggio 2018

Sala Merulo del Conservatorio “Arrigo Boito”

Il seminario è inserito nelle attività formative del Master di primo livello "Addetti al Settore Educational presso Enti Musicali", ed è aperto a tutti gli interessati

Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito

 

 

 

Calendario:

- venerdì 25 maggio 2018 dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:00, Sala Merulo del Conservatorio “A. Boito”;

 

Descrizione:

Il seminario affronterà i seguenti temi:

1. Comporre per e con ensemble di bambini e ragazzi: due aspetti integrati dello stesso lavoro didattico.

2. Trascrivere, arrangiare, adattare: non solo per mancanza di idee ...

3. Principi costruttivi generali e pitch collections: oltre la tonalità.

4. Strategie di coinvolgimento attivo: intercodici, progetti condivisi, scrittura a quattro mani, alee ed improvvisazioni.

5. Comporre il teatro musicale: un gioco di specchi.

6. Considerazioni finali sulla preparazione agli spettacoli: oltre il didascalico.

Ogni partecipante è invitato a portare con sé il proprio strumento per attività pratiche che prevedono anche l'utilizzo di strumenti a percussione.

 

Il seminario è inserito nel Master "Addetto al settore educational presso enti musicali" ed è aperto a tutti gli interessati, previa iscrizione e pagamento per gli esterni di 20,00 €. Per iscriversi si dovrà provvedere a versare la tassa di iscrizione sul c/c di Crédit Agricole Cariparma (IBAN: IT44O0623012700000074997550 intestato a Conservatorio di Musica Arrigo Boito) e ad inviare la ricevuta del pagamento via email a debora.vasta@conservatorio.pr.it.

 

 

Antonio Giacometti è nato a Brescia il 29 dicembre 1957. Dopo aver compiuto studi umanistici ed essersi diplomato in “Nuova Didattica della Composizione” presso il Conservatorio di Milano, ha consolidato la propria preparazione nel campo della pedagogia musicale, settore nel quale s'è impegnato attivamente fin dal 1984, lasciando significativi contributi sia come pubblicista che come operatore didattico. Premiato o segnalato in concorsi nazionali ed internazionali di composizione, ha composto, dal 1979 ad oggi, più di centosessanta opere solistiche, da camera, sinfoniche e di teatro musicale, molte delle quali eseguite in Festival e Rassegne di tutto il mondo. E' stato membro del Direttivo nazionale della SIEM (Società Italiana per l'Educazione Musicale), collaborando nel settore pubblicistico, pubblicando articoli e saggi per l’organo ufficiale dell’Associazione, il trimestrale Musica Domani (sul quale, oltre a contributi periodici, ha curato dal 2006 al 2012 la rubrica fissa “Cantieri sonori”) e i relativi Quaderni monografici.Interessato ai problemi dell'analisi musicale, in particolare allo studio delle sue implicazioni nella didattica della composizione, è stato tra i fondatori, e per nove anni consigliere nazionale, della SIdAM (Società Italiana di Analisi Musicale). Per più di un decennio ha collaborato con la Rivista di teoria e pedagogia musicale "Analisi" (.edizioni Ricordi/Curci). Ha tradotto dal tedesco il libro di Zsolt Gardonyi “Le strutture della fuga in J.S. Bach” (Ricordi 1996) e dall'inglese il trattato di contrappunto “Il contrappunto modale e tonale da Josquin a Strawinskyi” (Curci, 2001) Docente in ruolo di Composizione presso l'ISSM di Modena e Carpi "Orazio Vecchi – Antonio Tonelli", di cui è anche Direttore Didattico dal 2013, viene regolarmente invitato da Enti privati e Istituzioni pubbliche (Università, Ministero della PI, IRRSAE regionali) a tenere seminari e corsi d'aggiornamento e di formazione didattica per insegnanti della scuola dell'obbligo, relativi in particolare al ruolo delle esperienze di musica d'insieme e di composizione nella formazione musicale di bambini e ragazzi. Su questo argomento, la casa editrice Rugginenti-Volontè di Milano ha pubblicato recentemente il ponderoso volume Musica d'insieme. Anche senza leggìo, che inserisce in una precisa cornice metodologica più di trent'anni di esperienze, molte delle quali testimoniate dal DVD allegato. Nel 2011 e nel 2015 si è recato in Brasile (Porto Alegre, Rio De Janeiro, Salvador De Bahia), dove è stato invitato a tenere Masterclass sulla sua attività compositiva e conferenze-laboratorio sulla musica d’insieme per bambini e ragazzi. In aprile 2017 ha ultimato la sua prima Sonata per pianoforte solo, dedicata alla grande pianista italiana Maria Perrotta. Insieme all'ex allievo Luca Benatti, è autore dell'Oratorio per orchestra di ragazzi, coro di voci bianche e due attori, “I care, l'eredità ignorata”, in memoria di Don Lorenzo Milani a cinquant'anni dalla morte. Lo spettacolo è andato in scena il 1° dicembre al teatro Storchi di Modena all'interno della stagione Teatro Ragazzi dell'ERT. All'inizio di dicembre 2017 è uscito per l'editore Liberedizioni di Brescia il volume “Crossing Music”, un'intervista ragionata, con CD allegato, curata dal musicologo bresciano Carlo Bianchi. Nel 2018 uscirà il CD con tutta la sua musica per chitarra sola, incisa dal giovane e talentuoso interprete Edoardo Dadone. Le sue composizioni sono edite da Ricordi, Suvini-Zerboni, EDIPAN, Rugginenti, Bérben, Editions Delatour, Agenda Edizioni Musicali, Sconfinarte. Il suo nome è inserito nell’ultima edizione dell’Enciclopedia della musica Garzanti.

 

Per informazioni e iscrizioni: 
Prof.ssa Tiziana Rossi, tiziana.rossi@conservatorio.pr.it