Giuseppe Romanini

Curriculum vitae

 

Collecchiese, classe 1957, sposato, ha due figli.

Maturità classica. Corso di laurea in economia e commercio non concluso.

Quadro direttivo presso “Cedacri SpA” di Collecchio, azienda nella quale prende servizio nel 1981 e per la quale progetta applicativi software nel settore della pianificazione e del controllo di gestione per banche ed istituzioni finanziarie.

Nella stessa azienda è delegato sindacale FISAC-CGIL dal 1987 al 1993.

E’ membro individuale dell’”Associazione nazionale per la Pianificazione e il Controllo di Gestione in Banca, nelle Istituzioni Finanziarie e nelle Assicurazioni (APB)” costituita nel 1991 in seno all’ABI.

Eletto consigliere comunale a Collecchio nel 1990 assume, a partire dal 1993, le deleghe di assessore alle Finanze e al Bilancio, al Patrimonio e all’Informatizzazione.

Nel 1995 è rieletto in consiglio ed entra in giunta come assessore ai Lavori Pubblici, ai Servizi Pubblici Locali e al Patrimonio.

E’ eletto Sindaco di Collecchio nella primavera 1999 ed esercita il mandato mantenendo le deleghe al Personale, ai Rapporti Istituzionali ed alla Polizia Municipale.

Nel 2003 è nominato Presidente della neonata Fondazione Museo Ettore Guatelli di Ozzano Taro costituita da Provincia di Parma, Università di Parma, Fondazione Monte Parma, Comune di Collecchio, comune di Sala Baganza e Comune di Fornovo Taro.

E’ riconfermato sindaco dal 2004 al 2009 ed esercita le deleghe al Personale, alla Polizia Municipale ed alla Pianificazione Territoriale ed Urbanistica.

Nel corso del mandato è eletto vice-presidente dell’ATO 2 Parma, l’Agenzia d’Ambito per i servizi Idrico Integrato e Rifiuti della provincia di Parma e Coordinatore del Gruppo di lavoro Interistituzionale sui temi ambientali nell’ambito dell’Accordo di Programma per il Distretto del Prosciutto.

Nello stesso periodo è eletto presidente dell’Unione Intercomunale Pedemontana Parmense tra i comuni di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo e membro del CdA della Azienda Pedemontana Sociale, quindi assessore dell’Unione Comunale Pedemontana Parmense con deleghe all’Innovazione Amministrativa ed al Bilancio.

Nel giugno 2009 è eletto consigliere provinciale per il PD nel collegio di Collecchio ed in luglio dello stesso anno è nominato Assessore nella Giunta Provinciale di Parma con delega alle Politiche Scolastiche, alla Cultura e allo Spettacolo, all’Edilizia Scolastica e Patrimonio.

Dal novembre 2009 al giugno 2014 è membro dei Consigli di Amministrazione della Scuola per l’Europa di Parma, del Convitto Nazionale Maria Luigia di Parma e dell’Istituto Nazionale di Studi Verdiani – Fondazione.

Dal novembre 2010 è membro del Consiglio di Amministrazione del CIDIEP “Centro di documentazione, informazione, educazione ambientale e ricerca sull'area padana” e, dal 2011 in rappresentanza delle Province dell’Emilia-Romagna, diviene componente del GISMO “Gruppo Interistituzionale per le Scuole ubicate nei comuni Montani” che promuove il progetto Scuola@Appennino.

Si candida alle primarie del 30 dicembre 2012 del Partito Democratico per la composizione delle liste alle elezioni politiche del febbraio 2013.

In lista con il PD nella circoscrizione dell’Emilia-Romagna ottiene il seggio alla Camera dei deputati dopo le elezioni Europee del maggio 2014. Entra in carica il 25 giugno 2014 ed aderisce al gruppo del Partito Democratico.

Membro della VII commissione Cultura nei primi mesi di mandato entra successivamente a far parte della XIII Commissione Agricoltura della Camera fino al termine della legislatura, il 20 marzo 2018.

Dal 1° aprile 2015 e fino a fine legislatura è anche membro della Commissione Bicamerale per l’infanzia e l’adolescenza.

Nel giugno 2015 è tra i fondatori dell’inter-gruppo parlamentare di amicizia con il popolo kurdo (56 deputati e senatori di diverso orientamento politico), gruppo del quale ricopre la carica di presidente fino al termine della legislatura.

Nello stesso periodo è membro attivo degli inter-gruppi parlamentari “di sostegno al popolo Saharawi”, “per la valorizzazione della Via Francigena”, “di amicizia Italia Taiwan”, “per la tutela del Marchio”, “per lo sviluppo delle aree montane”.

Candidato per il PD alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 nel collegio uninominale di Parma-Fidenza della Camera, i 27.586 voti ottenuti non sono sufficienti a riconfermarlo nella carica.

Il 1° aprile dello stesso anno rientra in “Cedacri SpA” per far parte della Direzione Gestione Clienti e Sviluppo Commerciale nel ruolo di Product Manager dei Sistemi di Sintesi e Datawarehouse.

Il 7 settembre 2018 è nominato Amministratore Unico di Agriform Scarl, ente di formazione professionale accreditato presso la regione Emilia Romagna, con sede ed attività a Parma in via Pomponio Torelli.

Con decreto del Ministro dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca del 10 settembre 2019, tenuto conto dei requisiti previsti dal DPR 28 febbraio 2003 n. 132, è nominato Presidente del Conservatorio di musica “Arrigo Boito” di Parma.

Contacts

presidente@conservatorio.pr.it