Padroni delle nostre vite. Teatro/Musica/Scultura/Video – 11-11-2017 ore 17:00 e ore 19:00

Padroni delle nostre vite. Teatro/Musica/Scultura/Video – 11-11-2017 ore 17:00 e ore 19:00


 

 

 

Padroni delle nostre vite

Teatro/Musica/Scultura/Video

Sabato 11 novembre 2017, ore 17.00 e ore 19.00

– Galleria San Ludovico, Parma –

Ingresso gratuito

(prenotazione consigliata al numero di tel. 0521-282270)

 

 

Progetto del Liceo Artistico"Paolo Toschi"

in collaborazione con il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito"

 

Con il patrocinio del Comune di Parma,

la collaborazione dell'Istituto Cervi e il sostegno di Conad

 

Coordinamento generale: Sonia Menichelli

Regia teatrale: Mariangela Dosi

Coordinamento musicale: Luigi Abbate e Andrea Saba

 

 

Autori delle composizioni strumentali:

Andrea Goretti (Classe del M° Luigi Abbate):

Pandora e utopia - due pezzi per sassofono contralto

Sassofonista Eoin Setti

 

Mirko Scarcia (Classe del M° Roberto Sansuini):

Solo per contrabbasso senz'arco

Contrabbassista Andrea Grossi

 

Autori delle composizioni di musica elettroacustica:

Simone Arganini, Lorenzo Donadei, Salvatore Iaia
(Classe del M° Torres Maldonado)

 

 

 

In Padroni delle nostre vite, - produzione significativamente definita come “Teatro/Musica/Scultura/Video” - la componente musicale si propone di agire in dialettica stretta con le altre espressioni in gioco: le sculture in terracotta (“vasi sonori”) realizzate dagli studenti della Prof.ssa Menichelli, la drammaturgia curata dalla Prof.ssa Dosi e la diffusione di frammenti video realizzati sempre dagli studenti del Liceo Toschi sotto la guida del Prof. Gennari. Agli strumenti “acustici” - saxofono contralto e contrabbasso - sono destinati lavori originali scritti da due studenti di composizione ed eseguiti da altrettanti di strumento del Conservatorio “Arrigo Boito” di Parma, mentre i brani elettronici saranno “acusmatici”, cioè non affidati a esecutori in carne e ossa, ma “suonati” da altoparlanti collocati all’interno dei vasi che fanno risuonare dalle loro cavità le voci trasfigurate dei giovani attori, ma che si possono anche toccare (e il pubblico è invitato a vivere anche questa esperienza tattile, interagendo in modo diretto con le sculture stesse). Gli autori “acusmatici”, sempre allievi del corso di composizione elettronica del “Boito”, hanno studiato le curve di risonanza dei vasi e hanno poi realizzato una trama di suoni che s’intreccia al tessuto narrativo, fornendo un contributo di verità e di sapienza che può evocare le sentenze degli antichi oracoli.

Padroni delle nostre vite è un progetto proposto dal MIUR sull'educazione alla legalità cui il Liceo Artistico "Toschi" ha voluto aderire al fine di coinvolgere e sensibilizzare gli studenti intorno al tema dei doveri e dei diritti dei cittadini.