Masterclass di retorica e interpretazione musicale con Pierre-Alain Clerc – 12-03-2016

Masterclass di retorica e interpretazione musicale con Pierre-Alain Clerc – 12-03-2016

Masterclass di retorica e interpretazione musicale

A cura di Pierre-Alain Clerc

Sabato 12 marzo 2016

Sagrestia grande della chiesa di San Rocco

(anziché in Aula Alvini, come precedentemente annunciato)

 

 

 

Calendario:

- sabato 12 marzo 2016 dalle 10:00 alle 18:00, sagrestia grande della chiesa di San Rocco;

 

Descrizione:

Durante la masterclass, Pierre-Alain Clerc darà indicazioni sull'interpretazione di due Canzoni di Giovanni Gabrieli e una Sonata a cinque di Johann Rosenmüller: si tratta di composizioni particolarmente esemplificative della struttura retorica del discorso musicale. Queste pagine verranno poi interpretate durante il concerto che si terrà mercoledì 15 marzo, alle 20.30, nell'Auditorium del Carmine: maggiori informazioni qui.

 

 

Pierre-Alain Clerc, nato nel 1955, è organista nelle Chiese di San Lorenzo e San Paolo a Losanna.E' docente di organo al Conservatorio e all'Accademia di Musica di Losanna, di basso continuo e clavicembalo al Centro di Musica Antica dell'HEM di Ginevra. Oltre alla sua attività concertistica incentrata prevalentemente sul repertorio dei secoli XVII e XVIII, lavora regolarmente come attore. Questa duplice attività musicale e teatrale ha naturalmente portato a un interesse per la retorica musicale e la declamazione classica francese, argomenti sui quali egli tiene spesso spettacoli, conferenze e corsi (École Britten de Périgueux, Académie d’Ambronay, Conservatoires de Brest, Lille, Metz, Bruxelles, CNSM de Paris et Lyon, Universités de Fribourg, Genève, Montpellier, Nantes, Paris, Poitiers, Opéra Comique de Paris). E’ autore di numerosi articoli sulla declamazione (anche on line, http://acras17-18.org) e di un Discours sur la rhétorique musicale (www.peiresc.org/Clerc.pdf). Ha recitato più volte il ruolo del Diavolo ne l’Histoire du Soldat di Stravinskij e Ramuz, ruolo che per un organista rappresenta una consacrazione.