LabRetMus. Laboratorio di Retorica Musicale: Musica e paesaggio. Dal 15 al 17 marzo 2017

LabRetMus. Laboratorio di Retorica Musicale: Musica e paesaggio. Dal 15 al 17 marzo 2017

 

 

LABRETMUS. Laboratorio di Retorica Musicale

MUSICA E PAESAGGIO

 

15-17 marzo 2017

 

 

 

Lezioni, seminari e concerti

a cura di

Alessandro Busci,

Deda Cristina Colonna, Fabrizio Fanticini

Diego Fratelli, Cristiano Gianese, Roberto Gini,

Carlo Lo Presti, Gabriele Manca, Donatella Melini,

Costantino Mastroprimiano, Massimo Priori,

Andrea Padova, Elisabetta Torselli

 

 

 

Calendario:

- mercoledì 15 marzo 2017 dalle 15:30 alle 19:00, Auditorium del Carmine;

- giovedì 16 marzo 2017 dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, Auditorium del Carmine;

- venerdì 17 marzo 2017 dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, Auditorium del Carmine;

 

 

 

Descrizione:

 

INTRODUZIONE

 

Cos’è la retorica musicale?

Superati gli ostacoli tecnici e comprese le strutture e la forma di un brano musicale, l’esecutore deve cercarne e restituirne il senso, il significato espressivo, elementi che nel loro insieme compongono l’interpretazione. La retorica musicale può essere il medium che lega tra loro l’autore, l’esecutore e l’ascoltatore, consentendo la condivisione del linguaggio e quindi la comprensione emozionale e concettuale dell'opera. Il fatto che tale medium non si limiti al periodo storico compreso tra Rinascimento e Classicismo, ma che trascenda epoche, repertori e stili, non è solo un’affascinante ipotesi: la trattazione retorica di una Toccata di Claudio Merulo o di una canzone dei Beatles, di un quartetto per archi e di un testo poetico o teatrale è quindi possibile, necessaria e appassionante.

La teoria nasce dalla pratica”: un laboratorio invece di un convegno

Abbattere il diaframma mentale che separa ciò che noi consideriamo “teoria” dalla pratica musicale è per un interprete il passo fondamentale: per questo ogni giornata del Laboratorio si conclude con un concerto e si articola in lezioni e seminari che non vogliamo definire né teorici né pratici, alla ricerca di una concretezza che per ogni musicista è l’essenza dell’interpretazione, l’apprendimento di un linguaggio con cui comunicare con chi ci ascolta.

 

 

 

Il tema del 2017: MUSICA E PAESAGGIO

Il Laboratorio di quest'anno, dopo "Musica e silenzio" e "Musica e gesto", esplorerà i rapporti fra musica e paesaggio. Un codice retorico governa anche i rapporti fra musica e immagini: ambito visivo e ambito uditivo si intrecciano in maniera diversa a seconda dell'epoca e del contesto. Si confronteranno su questo tema non solo musicisti e musicologi, ma anche compositori, un pittore, una regista, uno storico della letteratura e una studiosa di iconografia musicale. L'approccio laboratoriale favorirà lo scambio di esperienze maturate in ambiti diversi.

 

 

 

PROGRAMMA

 

Mercoledì 15 marzo 2017, Auditorium del Carmine

h 15.30-16.00 Saluto del Direttore Riccardo Ceni

h 16.00-17.00 Andrea Padova, Waterscapes: il pianoforte e l'acqua, tra mimesis, simbolismo e impressionismo

h 17.15-19.00 Donatella Melini - Roberto Gini, Dal ritratto al paesaggio. Dialogo fra musica e pittura

h. 20.30 Paesaggi Schumanniani. Sergio Foresti, baritono; Costantino Mastroprimiano, fortepiano. (Fortepiano Conrad Graf, Wien 1839/40; Collezione “Laura Alvini”). Musiche di Robert Schumann

 

Giovedì 16 marzo 2017, Auditorium del Carmine

h 10.00-11.00 Costantino Mastroprimiano, Codici della Natura e codici dell'Anima nella produzione con pianoforte di Robert Schumann

h 11.00-13.00, Diego Fratelli, Allegorie sonore

h 15.00-17,00 Cristiano Gianese, Paesaggi lirici da Petrarca a Montale

h 17.15-18.00 Elisabetta Torselli, "La forme d'une ville": scenari urbani e suburbani parigini dalla Bohème al Tabarro

h 18.00-19,00 Fabrizio Fanticini, Spazi della musica - musica negli spazi

h 20.30 Schumann, Stade e la "Bach Renaissance". Marco Angilella, violoncello (C. Antonio Testore, Milano 175?); Ayumi Matsumoto, fortepiano (Conrad Graf, Wien 1839/40; Collezione “Laura Alvini”). Musiche di Bach-Stade e Robert Schumann

 

Venerdì 17 marzo 2017, Auditorium del Carmine

h 10.00-11.00 Carlo Lo Presti, Il deserto ovvero l'assenza di paesaggio

h 11.00-12.00 Gabriele Manca, "Il paesaggio non è la natura!" Paesaggio, produzione di senso e paesaggio sonoro

h 12.00-13.00 Massimo Priori, Aspetti retorici nei rapporti musica/architettura: l’ideazione di un nuovo spazio sonoro

h 15.00-17.00 Roberto Gini - Deda Cristina Colonna, Paesaggi interiori. Anatomia degli affetti nella scena della Messaggera de L'Orfeo di Claudio Monteverdi (Laboratorio)

h 17.15-18,30 Alessandro Busci, Pittura e paesaggio dal Tonalismo rinascimentale al Cubismo

h 18.30-19.00 Conclusioni. Tavola rotonda

h 20,30 Paesaggi interiori nel terzo libro della Clavier-Übung (1739). Alberto Mazzoli, organo

 

 

 

PARTECIPAZIONE

La partecipazione al Laboratorio nelle giornate del 15, 16 e 17 Marzo, aperta a tutti, consente agli studenti l'attribuzione di crediti formativi, anche in caso di frequenza di singoli moduli.

 

 

 

CONCERTI

Ogni concerto è parte integrante della programmazione complessiva del LabRetMus 2017, testimonianza sonora dei temi trattati durante la giornata, lezione che si fa musica.

 

 

Mercoledì 15 marzo 2017, h. 20.30 - Auditorium del Carmine

Paesaggi Schumanniani

Sergio Foresti, baritono

Costantino Mastroprimiano, fortepiano

(Fortepiano Conrad Graf, Wien 1839/40; Collezione “Laura Alvini”)

Musiche di Robert Schumann

 

Giovedì 16 marzo 2017, h. 20.30 - Auditorium del Carmine

Schumann, Stade e la "Bach Renaissance"

Marco Angilella, violoncello (C. Antonio Testore, Milano 175?)

Ayumi Matsumoto, fortepiano (Conrad Graf, Wien 1839/40; Collezione “Laura Alvini”)

Musiche di Bach-Stade e Robert Schumann

 

Venerdì 17 marzo 2017, h. 20.30 Auditorium del Carmine

Paesaggi interiori nel terzo libro della Clavier-Übung (1739)

Alberto Mazzoli, organo

 

 

 

 

EVENTI COLLEGATI

Mercoledì 8 Marzo 2017, ore 18.00, Auditorium del Carmine

Il Suono Svelato: “Waterscapes” (Paesaggi di Mare). Guida all'ascolto a cura di Andrea Padova

 

Martedì 14 Marzo 2017, ore 20.30, Auditorium del Carmine

I Concerti del Boito: Paesaggio cubano. I Paisajes di Leo Brouwer

Scuola di Chitarra e allievi del Master di II livello del Conservatorio “A. Boito” di Parma. Massimo Felici, chitarra

 

22-23-24 Marzo 2017, Aula Alvini

Masterclass di Stefania Neonato. Come la parola: l’arte retorica alla tastiera di Mozart, Haydn, Beethoven e contemporanei

 

 

 

ORGANIZZAZIONE

Il coordinamento di LabRetMus 2017 è curato da:

Roberto Gini   violabastarda@alice.it

Carlo Lo Presti carlo.lopresti@conservatorio.pr.it

Andrea Padova andrea.padova@conservatorio.pr.it

Produzione: Barbara Biondini ufficio.produzione@conservatorio.pr.it

Ufficio stampa: Lucia Brighenti press@conservatorio.pr.it

Conservatorio di Musica Arrigo Boito

Via del Conservatorio 27, 43121 Parma, Tel. +39 0521 381911

www.conservatorio.pr.it