Labirinti Sonori, Ciclo di seminari internazionali sul rapporto fra creatività e nuove tecnologie – Quinta edizione

Labirinti Sonori, Ciclo di seminari internazionali sul rapporto fra creatività e nuove tecnologie – Quinta edizione

 

 

 

     

 

LABIRINTI SONORI

Quinta edizione

Ciclo di seminari internazionali sul rapporto

fra creatività e nuove tecnologie

Anno accademico 2018-19

– Parma, Casa della Musica e Casa del Suono –

Conferenze e concerti alla Casa del Suono sono a ingresso libero

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito

 

In collaborazione con

Comune di Parma - Casa della Musica

Università degli Studi di Parma - Dipartimento di Ingegneria Industriale

 

 

 

Calendario:

- Venerdì 29 marzo 2019 dalle 10:00 alle 13:00, Casa del Suono di Parma;

- Sabato 30 marzo 2019 dalle 10:15 alle 13:00, Casa della Musica e Casa del Suono di Parma;

- Sabato 30 marzo 2019 dalle 17:00 alle 18:00, Casa del Suono di Parma;

 

Descrizione:

Labirinti Sonori è un progetto internazionale che nasce dalla collaborazione fra diverse istituzioni di Parma: il Conservatorio "A. Boito”, il Comune (Casa della Musica) e l’Università degli Studi (Dipartimento di Ingegneria Industriale.) In esso si propongono conferenze, masterclass, seminari, concerti e attività pedagogiche tenute da esperti e docenti nazionali e internazionali il cui centro di gravità è la relazione fra la ricerca sul suono, la creazione musicale e le nuove tecnologie. Sebbene tutte le attività previste siano rivolte agli studenti del conservatorio, molte di esse sono aperte al pubblico.

Analogamente agli anni precedenti, la quinta edizione di Labirinti Sonori concede spazio e importanza significativi alla creazione musicale del nostro tempo e include opere di compositori affermati e brani appositamente creati per le strutture e sistemi di diffusione della Casa del Suono e della Casa della Musica.

Nei primi eventi che avranno luogo il 29 e 30 marzo 2019 alla Casa del Suono, si propongono conferenze, laboratori e un concerto di musica acusmatica con opere in prima esecuzione assoluta italiana, che coinvolge i compositori e ricercatori Anne Sedès, Alain Bonardi e Eric Maestri, provenienti dal CICM (Centre de recherche en Informatique et Création Musicale dell’Università Parigi VIII). Le conferenze (aperte al pubblico) sono incentrate su argomenti quali la sintesi sonora, la spazializzazione applicata alla musica, l'arte e la ricerca nella musica elettronica. Ci sarà anche un laboratorio rivolto esclusivamente agli studenti del conservatorio tramite il quale verrà introdotto l’utilizzo di un ambiente per la creazione di musica collaborativa in tempo reale (KIWI.)

 

Programma: 

 

Venerdì 29 marzo 2019

Casa del Suono

Ore 10.00 - Conferenza
Alain Bonardi, Sintesi spaziale nel contesto ambisonico: intorno a Songes de la nef

Ore 11.40 - Conferenza
Anne Sèdes, Sintesi spaziale del suono nel progetto Corps infini

 

Sabato 30 marzo 2019

Label (Laboratorio di elettroacustica), Casa della Musica

Ore 10.15 - Atelier “KIWI” (ambiente per la creazione di musica collaborativa in tempo reale.)
Rivolto esclusivamente agli allievi del Conservatorio. Per iscrizione esterne si prega di contattare il Prof. Javier Torres Maldonado (javier.maldonado@conservatorio.pr.it)

 

Casa del Suono

Ore 11.30 - Conferenza

Eric Maestri, L’atto compositivo. Sintesi, missaggio, simulazione e spazializzazione in Trans

 

Casa del Suono

Ore 17.00 - CONCERTO

Immersione nel corpo infinito

Anne Sedès, Immersion dans corps infini (2019, 7') – prima esecuzione italiana

Jean-Claude Risset, Resonant Soundscapes (2001, 15') – prima esecuzione italiana

Alain Bonardi, Les Songes de la nef (2018, 7') – prima esecuzione italiana

Eric Maestri, Trans (2018, 14') – prima esecuzione italiana

Horacio Vaggione, Consort for convolved piano-sounds (2011, 7') – prima esecuzione italiana

 

 

Alain Bonardi è Maître de Conférences in informatica e creazione musicale all’Università di Parigi 8 e membro di Musidanse, gruppo di ricerca in Estetica, musicologia, danza e creazione musicale nella stessa università. E' ricercatore associato del gruppo di ricerca Analyse des Pratiques Musicales de l’IRCAM, compositore e realizzatore informatico. Dirige con Anne Sèdes il Centre de Recherche en Informatique et Création musicale. Le sue ricerche si concentrano sulla spazializzazione sonora applicata alla musica (progetto HOA), la musica in tempo reale collaborativa e nomade (progetto MUSICOLL) e l’analisi poietica delle musiche miste. Questi progetti combinato la ricerca e la pratica artistica, lo sviluppo di programmi sperimentali e la composizione musicale. I risultati più recenti sono il pezzo per chitarra e elettronica in tempo reale, Fil de soi, nel quale esplora le trasformazioni timbriche della chitarra tramite il computer, e l’installazione sonora Les Songes de la nef, che esplora le possibilità espressive dei modelli di campana sviluppati dal compositore-ricercatore Jean-Claude Risset.

 

Eric Maestri è compositore e ricercatore attualmente in posto all’Università di Lorena, Metz e membro del CICM a Parigi 8. Sviluppa una intensa attività compositiva per strumenti, voci e elettronica. Ha un PhD in composizione, University of Huddersfield e un dottorato in musicologia, Université de Strasbourg. Ha scritto e pubblicato più di trenta lavori, due dischi e una decina di articoli e capitoli di libro. Ha sviluppato una stretta sinergia tra composizione, ricerca e riflessione estetica. Nei suoi lavori, le strumentazioni sono pensate in maniera organica, sviluppando una pratica che tende a accentuare il lavoro di missaggio e di simulazione, sia nelle composizioni strumentali che miste. La costruzione di un ambiente di lavoro adatto permette l’espressione efficace dell’intenzione compositiva. In questo modo, il progetto musicale e la sua realizzazione tecnica sono fatti coincidere, l’uno dando senso all’altro. Le questioni dell’interazione in tempo reale tra strumento e elettronica, del contatto tra sorgenti elettroacustiche e strumentali così come de ruolo dell’ascolto nell’interazione musicale sono al centro dei suoni interessi come ricercatore-artista. Le sue musiche sono state presentate all’Ircam di Parigi, Darmstadt, Berlin Konzerthaus, Biennale di Venezia, Milano Musica, suonate da musikFabrik, l’instant donné, l’imaginaire, MDI, quartetto Maurice e Prometeo. (www.ericmaestri.eu)

 

Anne Sèdes è Professeur in composizione e ricerca musicale al dipartimento di musical all’università Paris 8. Con Alain Bonardi, è responsabile del CICM (Centre de recherche en Informatique et Création Musicale). Direttrice del Laboratoire d’excellence Arts et Médiations humaines (LABEX Arts-H2H) di Paris 8 e direttrice aggiunta della Scuola Universitaria ARTEC dal 2018, Anne Sèdes è coordinatrice del asse Environnements virtuels et création della Maison des Sciences de l’Homme Paris Nord e co-presidente dell’associazione francofona di informatica musicale (AFIM). Ha recentemente partecipato alla concezione del MOOC La musique au-delà du numérique in collaborazione con l’INA-GRM. I suoi ambiti di ricerca sono: informatica e creazione musicale, composizione e ricerca, trattamento e spazializazione sonora. Compositrice, Anne Sèdes sviluppa l’insieme delle sue produzioni nel contesto della sperimentazione ricerca-creazione.

 

Per informazioni e iscrizioni all'Atelier KIWI:

Prof. Javier Torres Maldonado, javier.maldonado@conservatorio.pr.it

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito