La tecnica vocale al servizio dell’interpretazione. Masterclass a cura di Daniela Barcellona – 03/05-04-2017

La tecnica vocale al servizio dell’interpretazione. Masterclass a cura di Daniela Barcellona – 03/05-04-2017

 

 

 

La tecnica vocale

al servizio dell'interpretazione

Masterclass a cura di Daniela Barcellona

Da lunedì 03 a mercoledì 05 aprile 2017

Parma, Conservatorio di Musica "Arrigo Boito"

(Regolamento per le iscrizioni di studenti interni ed esterni alle Masterclass del Boito)

(Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito)

 

 

 

Calendario: 

- lunedì 3 aprile 2017 dalle 9:30 alle 18:00, Auditorium del Carmine;

- martedì 4 aprile 2017 dalle 9:30 alle 18:00, Sala Merulo del Conservatorio "A. Boito";

- mercoledì 5 aprile 2017 dalle 9:30 alle 18:00, Sala Merulo del Conservatorio "A. Boito";

 

 

Descrizione: 

La Masterclass si concentra sull'importante unione tra tecnica ed espressività vocale nella preparazione dei ruoli e nel coinvolgimento emotivo del pubblico. L'attività guidata dal celebre mezzosoprano Daniela Barcellona è quindi finalizzata al perfezionamento vocale, musicale e interpretativo, stimolando gli studenti a rivolgere la loro attenzione alla costante ricerca dell'intima associazione tra parola e canto. Questo, pur nel rispetto delle prassi esecutive del vasto repertorio lirico italiano e straniero, deve realizzare quella varietà di accenti espressivi attraverso la complicità di una personale intelligenza esecutiva.

 

 

Daniela Barcellona è nata a Trieste. Ha compiuto gli studi musicali e vocali sotto la guida del Maestro Alessandro Vitiello, che ha sposato nel 1998. La sua carriera ha avuto inizio nell’estate del 1999 quando, al Rossini Opera Festival di Pesaro, ha interpretato per la prima volta il ruolo di Tancredi. Ha collaborato con Riccardo Muti, James Levine, Gianluigi Gelmetti, Claudio Abbado, Sir Colin Davis, Riccardo Chailly, George Pretre, Bruno Campanella, Wolfgang Sawallisch, Myun-wun Chung e Alberto Zedda. 

Il quotidiano Le Soir «non ha avuto dubbi nel proclamarla “La donna del belcanto” e Paolo Isotta, sul Corriere, “la più sensazionale voce di contralto di questi ultimi anni”». Nel 2007 ha interpretato, tra l’altro, l’Orfeo e Euridice di Gluck al Comunale di Firenze, diretta da Muti. Nel luglio 2008 ha cantato per Benedetto XVI alla Giornata mondiale della gioventù a Sidney. Da ultimo si è dedicata anche a un repertorio più lirico e recente: la prima Baba the Turk nel Rake’s Progress di Stravinsky al Teatro Real di Madrid nel 2009 diretta da Christopher Hogwood e i primi debutti verdiani, tra cui Amneris a Valencia diretta da Lorin Maazel con la regia di David McVicar, e la Didon ne Les Troyens di Berlioz, sempre a Valencia, diretta da Valery Gergiev con la regia de La Fura dels Baus tra la fine del 2009 e il 2010. Nella 2013 si è esibita all’Arena di Verona (dove già cantò nel 2001 il Requiem per il centenario della morte di Giuseppe Verdi, diretta da George Pretre) con Aida diretta da Omer Meir Wellber (regia de La Fura dels Baus),  e il Requiem di Verdi diretta da Myung Whun-Chung.
Ha vinto il premio Abbiati della critica italiana, i premi Lucia Valentini-Terrani e Aureliano Pertile, l’Opera Award 2002, il premio CD Classica ed il Rossini d’oro.

 

 

Per informazioni e iscrizioni: 

Prof.ssa Adriana Cicogna,  adriana.cicogna@conservatorio.pr.it

Norme per le iscrizioni alle masterclass di studenti interni ed esterni