La sfida degli affetti: Laboratorio di Arte Scenica a cura di Sandra De Falco – 13/15-12-2018

La sfida degli affetti: Laboratorio di Arte Scenica a cura di Sandra De Falco – 13/15-12-2018

 

 

La sfida degli affetti

Laboratorio di Arte Scenica

a cura di Sandra De Falco

Da giovedì 13 a sabato 15 dicembre 2018

Parma, Aula 22 del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito

Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito

 

 

 

 

Calendario:

- Giovedì 13 dicembre 2018 dalle 10:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 17:30, aula 22 del Conservatorio “A. Boito”;

- Venerdì 14 dicembre 2018 dalle 10:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 17:30, aula 22 del Conservatorio “A. Boito”;

- Sabato 15 dicembre 2018 dalle 10:30 alle 13:30 e dalle 14:30 alle 17:30, aula 22 del Conservatorio “A. Boito”;

 

Descrizione:

Un momento di studio legato al personale percorso artistico di Sandra De Falco confrontatasi nel tempo, prima come attrice e poi come docente e regista, con differenti poetiche e prassi teatrali, spaziando dal repertorio classico antico a quello contemporaneo. Il cantante in scena è l'unica figura viva, che genera visivamente la “storia” che nasce dalla partitura e dal libretto. Congiuntamente al canto, suo principale canale espressivo, che percorso è quello che il cantante fa dalla partitura alla scrittura scenica? Attraverso considerazioni pratiche e teoriche si sperimenterà, utilizzando tecniche di pedagogia teatrale, un cammino che risulterà essere unico per ogni allievo, verso la creazione di una cifra personale che ogni cantante può avere in scena. Ai partecipanti è richiesta la scelta di un'aria, di un duetto o scena a più personaggi.

 

 

Sandra De Falco ha iniziato come attrice e ha debuttato in teatro nell’ULTIMO SCUGNIZZO di Raffaele Viviani con Nello Mascia e regia di Ugo Gregoretti. Da subito frequenta la nuova drammaturgia napoletana, il suo primo Maestro è Annibale Ruccello in un laboratorio sulla “Cantata dei pastori” di Andrea Perrucci. Gli studi di formazione in teatro classico antico avvengono a Siracusa all’Istituto Nazionale del Dramma Antico dopo vincita borsa di studio su bando indetto dall’ETI. Si diploma partecipando ai cori classici nell’Edipo Re di Sofocle diretto da Giancarlo Sepe con Anna Proclemer e Giancarlo Sbragia e nell’Alcesti di Euripide diretto da Sandro Sequi con Piera Degli Esposti, Aldo Reggiani e Gianni Agus. In seguito partecipa ad altre produzioni dell'INDA, “ Le Coefore” regia di Giorgio Pressburger con Anna Buonaiuto ed Ennio Fantastichini e “Agamennone” regia di Daniela Ardini con Paola Mannoni. Segue una parentesi di studio con Leo De Berardinis a Milano alla Società Umanitaria, “TEATRO E LIBERTA’ “: studio sulle prose poetiche di Arthur Rimbaud. Come attrice ha lavorato in compagnie private, teatri stabili e gruppi di ricerca. Alcuni ruoli: CORDELIA nel Re Lear di W.Shakespeare con Glauco Mauri, CASSANDRA nelle Troiane di Euripide regia di Andrea De Rosa, MOP nel Come tu mi vuoi di L.Pirandello regia A.Pugliese, CAPERA in La Pelle da Curzio Malaparte regia A.Pugliese, MARIA in Le quattro gemelle di Copi regia di David Haughton, LA PROSTITUTA MULTIETNICA nel “Il ponte d'Europa” di Ismail Kadarè al Mittelfest diretto da Giorgio Pressburger. Partecipa a diversi festival di drammaturgia contemporanea. A partire da MATERIALI PER UNA TRAGEDIA TEDESCA (in cui insieme ad altri tre attori interpreta tutti i personaggi del testo, una settantina) diretto da Werner Wass per il progetto PETROLIO di M.Martone si intensifica il rapporto di interprete con il teatro di Antonio Tarantino: LA CASA DI RAMALLAH (nei ruoli del Padre della Mamma e della Figlia) prodotto da Ruggero Cappuccio e Nanni-Kustermann per Beneventocittàspettacolo, LA PACE regia di Werner Wass (tutti i ruoli femminili) al Piccolo Teatro Studio di Milano. Debutta nella regia lirica a Spoleto con l'opera contemporanea DOGLIE diretta dal Maestro Marco Angius, commissione del Teatro Lirico Sperimentale. Per la stessa istituzione è stata docente di Arte Scenica per i cantanti vincitori del concorso da loro indetto. L’ultima regia GIUSEPPE VERDI A NAPOLI di A.Tarantino è un progetto ispirato al carteggio Verdi-Cammarano, musiche di scena del Maestro Azio Corghi. È presidente dell'associazione culturale Altre Conversazioni.

 

 

Per informazioni e iscrizioni:

Prof.ssa Rosa Maria Orani, rosamaria.orani@conservatorio.pr.it

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito