Il violino, la viola, il violoncello. Dall’Orchestra alla Musica da Camera. Masterclass di D. Schultheiss, A. Mustea, Y. Savary – dal 28-11 al 1-12-2017

Il violino, la viola, il violoncello. Dall’Orchestra alla Musica da Camera. Masterclass di D. Schultheiss, A. Mustea, Y. Savary – dal 28-11 al 1-12-2017

 

 

 

Il violino, la viola, il violoncello

Dall'Orchestra

alla Musica da Camera

Masterclass a cura di

David Schultheiss, violino

Adrian Mustea, viola

Yves Savary, violoncello

(Prime parti soliste della Bayerische Staatsoper)

Dal 28 novembre al 1 dicembre 2017

Parma, Conservatorio di Musica "Arrigo Boito"

(Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito)

(Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito)

 

 

 

Calendario:

- martedì 28 novembre 2017 orari e aule da definire;

- mercoledì 29 novembre 2017 orari e aule da definire;

- giovedì 30 novembre 2017 orari e aule da definire;

- venerdì 1 dicembre 2017 orari e aule da definire;

 

Descrizione:

Le lezioni verteranno sul repertorio specifico dedicato alle audizioni e concorsi in istituzioni sinfoniche e liriche (passi d'orchestra, soli  e concerti richiesti). Sarà possibile, fatta salva la priorità d'iscrizione degli studenti che presenteranno i brani, i "passi" e i "soli" richiesti nelle audizioni e concorsi di istituzioni orchestrali, iscriversi anche con repertori cameristici.

Al termine della Masterclass, aperta agli studenti del Conservatorio (e inserita nel Master Specializzazione nel Ruolo di Professore d'Orchestra) si terrà un concerto dei docenti il 1 dicembre alle 20,30, nell'Auditorium del Carmine

 

 

Nato nel 1979, David Schultheiß ha ricevuto le sue prime lezioni di violino da Franz Sykora presso la scuola di musica della sua città natale. Ha poi studiato presso la Musikhochschule di Francoforte sotto la guida di Edith Peinemann e poi con Christoph Poppen a Monaco, dove si è anche perfezionato in studiato da camera con il Quartetto Amira. Importanti stimoli per la sua formazione gli sono venuti da musicisti quali David Schultheiß, Friedemann Berger, Ulrike Dierick, Shmuel Ashkenasi, Helmut Zehetmair e Ivry Gitlis. Numerosi premi - tra cui il Concorso Internazionale di Markneukirchen e il Concorso Musical ARD di Monaco di Baviera - completano la sua formazione artistica. Dal 2009, David Schultheiss è Primo Konzertmeister della Bayerischen Staatsorchester. In precedenza aveva ricoperto lo stesso incarico presso la Folkwang Kammerorchester Essen e la Württemberg Chamber Orchestra Heilbronn.Come solista, David Schultheiß ha suonato con l'Orchestra Filarmonica di Stato della Renania-Palatinato, l'Orchestra della Radio di Monaco, l'Orchestra da Camera di Heilbronn e più volte con la Bayerischen Staatsorchester sotto la direzione di Kent Nagano. Durante la stagione 2013/14 ha eseguito, all'interno della produzione coreografica "Il Suono Giallo" il Concerto per violino di Mason Bates con la Bayerischen Staatsorchester. Nel novembre 2014 David Schultheiss, con la Bayerischen Staatsorchester diretta da Gianandrea Noseda, ha eseguito il concerto di A. Dvorak al Nationaltheater di Monaco. David Schultheiss si dedica intensamente anche alla musica da camera; ha lavorato con musicisti come Hariolf Schlichtig, Rainer Kussmaul, Alexander Hülshoff, Lisa Batiashvili, François Leleux, Dmitri Vinnik e, non ultimo, con molti colleghi della Bayerischen Staatsorchester.

 

Adrian Mustea, nato in Moldavia, inizia a suonare il violino alla scuola per giovani talenti a Kishinau, sua città natale, all'età di sette anni. All'età di 14 anni si esibisce per la prima volta come solista con un'orchestra. Nel 1997 intraprende lo studio della viola nella classe di Tamara Kaftanat. Nello stesso anno vince una competizione internazionale e riceve una borsa di studio dal governo moldavo per studiare presso il Conservatorio Richard Strauss di Monaco con Michael Scheitzbach. Dal 1999 studia alla Musikhochschule di Detmold nella classe di Mikhail Mouller. Dal 2003 al 2005 è stato membro della Accademia orchestrale dell'Orchestra di Stato bavarese, dove successivamente è stato ingaggiato - inizialmente nella fila - poi dal 2011 come prima viola.

 

Yves Savary riceve le prime lezioni di violoncello a Basilea, sua città natale, da Michael Jappe prosegue gli studi alla Musikhochschule di Basilea con Heinrich Schiff dove, nel 1984, consegue il Solistendiplom. Successivamente ha studiato in Italia con Franco Rossi, a Vienna con Andre Navarra e negli Stati Uniti con Zara Nelsova e Paul Tortelier. Ventiduenne, nel 1986 vince il concorso per violoncello solista alla Bayerische Staatsoper di Monaco di Baviera, ruolo che tuttora ricopre. Come solista ha suonato sotto la direzione di con Wolfgang Sawallisch, Zubin Metha, Kent Nagano, Krill Petrenko. È invitato a tenere Master class in Germania, Italia, Giappone e Corea. Si è esibito al Musikverein di Vienna, alla Gewandhaus di Lipsia, alla Philharmonie di Berlino, alla Tonhalle di Zurigo, a Londra, Madrid, San Pietroburgo, nel Nord e Sud America, in Brasile, in Corea e Giappone. Viene invitato nei maggiori Festival quali il Casals Festival di Puerto Rico, la Schubertiade di New York, il Menuhin Festival di Gstaad, Affinis Festival di Hiroshima. Vanta collaborazioni con Kolja Lessing, Ingolf Turban, Rainer Honeck, David Schultheiß, Henrik Wiese, Emmanuel Pahud, Jérome Granjon l’Ensemble Wien, il Beethoven Trio Wien, incidendo per la Camerata Tokyo, Koch, Claves, Ars Musici. Dal 2003 si esibisce in duo con Pierpaolo Maurizzi. Una collaborazione con Witold Lutoslawsky ha dato l’avvio alla sua attività con il repertorio contemporaneo che lo ha visto interprete in prime esecuzioni di Mauricio Sotelo, Jörg Widmann e Arnaldo De Felice, di cui recentemente ha eseguito in prima assoluta il Concerto per violoncello e orchestra con l’Orchestra Nazionale di Spagna diretta da Kent Nagano. Di recente particolare evidenza si segnala l’esecuzione del Triplo concerto di Beethoven sotto la direzione di Krill Petrenko.

 

 

Per informazioni e iscrizioni:

Prof. Luigi Mazza, luigi.mazza@conservatorio.pr.it

Norme per le iscrizioni alle masterclass