Il Suono Svelato: La Tempesta di Beethoven e Shakespeare. Guida all’ascolto a cura di Giulio Giurato – 29-03-2017 ore 18:00

Il Suono Svelato: La Tempesta di Beethoven e Shakespeare. Guida all’ascolto a cura di Giulio Giurato – 29-03-2017 ore 18:00

 

 

 

Il Suono Svelato

La Tempesta

di Beethoven e Shakespeare

Guida all'ascolto a cura di Giulio Giurato

Mercoledì 29 Marzo 2017, ore 18.00

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

Da una testimonianza di Schindler, amico, copista e factotum di Beethoven, sappiamo che la Sonata op. 31 n. 2 ha la sua chiave interpretativa nella Tempesta di Shakespeare. Partendo da questa ipotesi l’ascoltatore abituale, così come il neofita, vengono condotti a scoprire cosa accomuna i due capolavori fino a un’ipotesi interpretativa più universale. Giulio Giurato, docente di Musica d'Insieme del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", coadiuvato dai due giovani attori Jacopo Senni e Giacomo Foschini, condurrà il pubblico in un percorso fatto di testi, immagini, esempi musicali, letture di brani tratti dalla commedia. A conclusione dell'incontro, Giurato interpreterà al pianoforte l'intera Sonata op. 31 n. 2 di Beethoven.

L'incontro è inserito nel ciclo "Il suono svelato", serie di guide all'ascolto organizzate dal Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", rivolte a tutta la cittadinanza, nate per fornire nuovi strumenti di comprensione agli appassionati che desiderano approfondire la conoscenza di quanto ascoltano.

 

 

Giulio Giurato, nato a Taranto nel 1964, si è diplomato in pianoforte nel Conservatorio “G.B. Martini” di Bologna con Valeria Cantoni e si è perfezionato con Jörg Demus ed altri maestri. Dal 1984 svolge un’intensa, apprezzata e diversificata attività concertistica sia come solista che come camerista, in varie formazioni. Si è esibito in Egitto, in diversi Paesi europei e nelle principali città italiane, riscuotendo ovunque importanti riconoscimenti, con l’esecuzione in pubblico di circa trecento composizioni diverse da Bach a Shostakovich. Ha lavorato in spettacoli di poesia e musica con grandi attori di Teatro e Cinema, tra i quali Riccardo Cucciolla, Roberto Herlitzska, Giancarlo Giannini, Ugo Pagliai. Dal 1998 ha suonato diverse volte a quattro mani con Jörg Demus, collaborazione che ha segnato profondamente il suo modo di intendere la musica; per la Società del Quartetto di Vicenza, in un concerto della storica stagione interamente dedicato a Schubert, il duo ha suscitato vivissimi apprezzamenti di pubblico e critica: “...nella Fantasia in fa minore di Schubert... Demus e Giurato ci hanno riconsegnato un affresco di stupefacente bellezza, di solidità tecnica, profondo lirismo e pienezza sonora...” (Il Giornale di Vicenza). Insegna Musica da Camera nel Conservatorio di Parma. Collabora stabilmente con vari ensemble tra i quali lo “SchuberTrio”, fondato nel 2000 con i fratelli Roberto e Andrea Noferini, formazione che suscita rinnovato entusiasmo ad ogni esibizione, con la quale ha inciso per la Tactus l’opera integrale per trio pianoforte e archi di Franz Schubert e sta completando, con la partecipazione di altri musicisti, l’opera integrale da camera di Marco Enrico Bossi in cinque Compact-disc. E' stato pubblicato a marzo 2015, sempre in prima registrazione mondiale, il CD con l'opera integrale per pianoforte a 4 mani di Bossi, registrato in duo con Paola Borganti.