Il Suono Svelato. LA LINEA CONTINUA: i rapporti fra popular music e musica “colta”. Guida all’ascolto a cura di Riccardo Sasso e Luca Tiberini – 22-10-2019 ore 18:00

Il Suono Svelato. LA LINEA CONTINUA: i rapporti fra popular music e musica “colta”. Guida all’ascolto a cura di Riccardo Sasso e Luca Tiberini – 22-10-2019 ore 18:00

 

 

 

Il Suono Svelato

LA LINEA CONTINUA:

i rapporti fra popular music

e musica “colta”

Guida all’ascolto

a cura di Riccardo Sasso e Luca Tiberini

Martedì 22 ottobre 2019, ore 18.00

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

La guida all'ascolto si propone di presentare al pubblico una visione chiara sugli stretti rapporti che intercorrono fra la musica comunemente denominata “colta” e la musica “popular”, analizzando non solo le connessioni formali ma anche i legami socioculturali fra i due ambiti artistici - da sempre considerati, al di fuori dell’ambito musicologico, ingiustamente distanti e separati. 

Si parlerà tra l’altro dell’influsso di Beethoven sulla musica e la cultura “popolare”; degli anni ’60, del progressive rock e del ruolo fondamentale della musica classica nell’art rock, con un approfondimento su “Quadri di un’Esposizione” di Modest Mussorgskij e la rivisitazione di Emerson Lake and Palmer in “Pictures at An Exhibition” (live 1970); di esempi di "invasione" di popular music nella musica colta (Rzewski, Glass/Bowie), della musica da film come punto d'incontro fra la cultura di massa e il mondo colto, dell'utilizzo di arrangiamenti sinfonici e dell'uso dell'orchestra da parte di figure del mondo musicale "popular", e tanto altro. 

 

 

Riccardo Sasso, classe 1990, è nato a Sanremo. Comincia lo studio del pianoforte a 5 anni, formandosi presso la Scuola di Musica G.B Pergolesi di Sanremo; in seguito intraprende lo studio di teoria, solfeggio e armonia con il professor Luciano Capurro. Dopo la maturità classica si laurea in Discipline delle Arti Musica e Spettacolo (D.A.M.S.) con una tesi sul regista David Cronenberg, pubblicata dall’editore Falsopiano di Alessandria. In seguito si trasferisce a Parma, dove si sta laureando in Tastiere Moderne presso il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito". Frequenta la magistrale di Musicologia presso il Dipartimento di Musicologia di Cremona (CR). Musicista e insegnante di musica, è autore e relatore di diverse conferenze / guide all’ascolto presentate all’interno del Conservatorio, fra cui “Revolution 9” (le innovazioni dei Beatles), “Rock-Progressi” (la storia del progressive rock) e “La forma canzone” (l’evoluzione della forma canzone dall’antichitá ad oggi).

 

Luca Tiberini, classe '95, si è diplomato in pianoforte nel 2017 sotto la guida del maestro Roberto Guglielmo presso il Conservatorio "Arrigo Boito" di Parma, dove ha studiato composizione con i maestri Giorgio Tosi, Luigi Abbate ed Emilio Ghezzi. Attualmente studia composizione privatamente sotto la guida del compositore milanese Giampaolo Testoni, e partecipa a diversi concorsi, tra cui il I Concorso internazionale biennale di composizione "Filarmonici Friulani" di Udine, in cui è stato selezionato tra i primi sei finalisti in attesa della fase finale. Si è esibito in qualità di pianista e tastierista in diversi eventi musicali provinciali spaziando dalla musica classica al jazz, dal pop alla musica da ballo. Si esibisce regolarmente in duo con la cantante Lucia Consigli, per la quale scrive arrangiamenti di canzoni popolari d'autore, e con la quale si è esibito in particolare presso La Feltrinelli di Parma e il Teatro comunale di Fidenza. Prossimo alla laurea triennale in Studi filosofici presso l'Università degli Studi di Parma, frequenta il primo anno del Triennio di Musica applicata alle immagini e al teatro presso la Scuola Civica di Musica "Claudio Abbado" di Milano.