Il pianoforte preparato da Cage ad oggi. Seminario a cura di Maria Grazia Bellocchio – 22-11-2017

Il pianoforte preparato da Cage ad oggi. Seminario a cura di Maria Grazia Bellocchio – 22-11-2017

 

 

 

Il pianoforte preparato

da Cage ad oggi

Seminario a cura di Maria Grazia Bellocchio

Mercoledì 22 novembre 2017

Parma, Auditorium del Carmine

(Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito)

(Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito)

 

 

Calendario:

- mercoledì 22 novembre 2017 dalle 14:00 alle 18:00, Auditorium del Carmine;

 

Descrizione:

Che cosa significa preparare il pianoforte? Quale ricerca e quale poetica musicale spingono un compositore ad appoggiare o inserire nella cordiera oggetti come viti, cartoni, pezzi di vetro, gomma, legno, collane, catene...? Maria Grazia Bellocchio ripercorre la storia della preparazione del pianoforte mostrando gli oggetti impiegati e illustrando il loro utilizzo nella cordiera. Si entra nel pianoforte per scoprire come nascono i timbri che trasfigurano lo strumento classico e per conoscere come la preparazione sia cambiata in circa 70 anni di storia. Una racconto affascinante, che attraversa un secolo di sperimentazioni dal futurismo a oggi. Nel corso dell’incontro Maria Grazia Bellocchio esegue Bacchanale di John Cage, il primo pezzo della storia scritto per pianoforte preparato. Il pezzo venne scritto da Cage su invito della collega Syvilla Fort, per accompagnare una danza “di tipo africano”. Cage aveva pensato di scrivere un pezzo per percussioni, ma lo spazio si era rivelato troppo piccolo; avendo a disposizione solamente un pianoforte a coda inziò a sperimentare quali alterazioni dei suoni si potevano ottenere inserendo oggetti all’interno del pianoforte, sotto e tra le corde. Grazie alla sua ricerca, che proseguì negli anni successivi, nel 1949 Cage ricevette menzioni sia dalla Guggenheim Foundation che dalla National Academy of Arts and Letters per avere “esteso i confini della musica”. Questa master si può anche configurare come prodromo di una collaborazione di Maria Grazia Bellocchio con gli studenti delle classi di composizione e musica elettronica.

Lo stesso giorno, mercoledì 22 dicembre, alle 18.30, nell'Auditorium del Carmine, Maria Grazia Bellocchio terrà un concerto liberamente aperto al pubblico in cui interpreterà brani di G. Kurtág, D. Scarlatti, F. Schubert, D. Shostakovich, P. I. Ciaikovskij, L. Janáček e J. S. Bach.

 

 

Maria Grazia Bellocchio ha compiuto gli studi musicali al Conservatorio G. Verdi di Milano con Antonio Beltrami e Chiaralberta Pastorelli, diplomandosi con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, e ha proseguito gli studi alla Hochschule di Berna con Karl Engel e a Milano con Franco Gei. Nelle sue prime apparizioni in pubblico ha eseguito il concerto di Scriabin con l’Orchestra della RAI di Milano, il primo concerto di Beethoven con l’Orchestra del Conservatorio di Milano e l’Orchestra Sinonica Siciliana e Les Noces di Strawinsky al Teatro Comunale di Bologna. Successivamente, sempre in veste di solista, ha suonato con l’Orchestra da camera di Pesaro, Milano Classica, Scottish Chamber Orchestra, Orchestra Toscanini di Parma, Orchestra da Camera di Padova e Orchestra Sinfonica G. Verdi di Milano. E’ stata invitata a far parte dell’Orchestra Schleswig Holstein Music Festival diretta da Leonard Bernstein. Ha collaborato in formazioni da camera con musicisti quali Ingo Goritzki, Han de Vries, Renate Greis, Wolfgang Mayer, William Bennet, Sergio Azzolini, Rocco Filippini, Franco Petracchi, Elizabeth Norberg Schulz, Salvatore Accardo e Bruno Giuranna. Il suo repertorio spazia da Bach ai giovani compositori contemporanei. Collabora stabilmente con il Divertimento Ensemble diretto da Sandro Gorli regolarmente presente nei maggiori festival italiani ed europei Ha inciso CD per Ricordi e Stradivarius con opere di Bruno Maderna, Mauro Cardi, Giulio Castagnoli, Sandro Gorli, Franco Donatoni, Matteo Franceschini, Stefano Gervasoni e Ivan Fedele.
Insegna pianoforte presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Donizetti” di Bergamo e tiene regolarmente corsi di perfezionamento pianistico dedicati al repertorio classico e contemporaneo. 

 

 

Per informazioni e iscrizioni:

Prof. Fabrizio Fanticini, fabrizio.fanticini@conservatorio.pr.it

Norme per le iscrizioni alle masterclass