I LIKE PARMA: “Settecento italiano”, concerto del Duo Ars Arcana – 13-10-2019 ore 17:00

I LIKE PARMA: “Settecento italiano”, concerto del Duo Ars Arcana – 13-10-2019 ore 17:00

 

 

 

I LIKE PARMA

“Settecento italiano”

Concerto del Duo Ars Arcana

Domenica 13 ottobre 2019, ore 17.00

– Sagrestia Nobile di S. Rocco –

Ingresso libero

 

Davide Medas, violino barocco

Francesco Monica, clavicembalo

 

 

 

Nell’ambito di “I like Parma”, programma di iniziative gratuite per riscoprire i gioielli del patrimonio cittadino - ideato dall’assessorato alla Cultura del Comune di Parma insieme alla Delegazione FAI di Parma e organizzato in collaborazione con numerose istituzioni e realtà culturali del territorio - un concerto a cura del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito".

 

 

Programma: 

 

Evaristo Felice Dall'Abaco (1675 - 1742)

Sonata VI Op. 4

 

Michele Mascitti (1664 - 1760) 

Sonata VII Op. 4 

 

Giovanni Bononcini (1670 - 1747)

Divertimento primo da "Divertimenti da camera tradotti pel cembalo da quelli composti pel violino o flauto"

 

Evaristo Felice Dall'Abaco (1675 - 1742)

Sonata IV Op. 4

 

Andrea Zani (1696 - 1757)

Sonata X Op. 5 "Pensieri armonici"

 

 

Davide Medas, 21 anni, si avvicina al violino frequentando la sezione musicale della scuola media G. Ferrari di Parma e successivamente iscrivendosi al liceo musicale A. Bertolucci, dove nel 2016 consegue il diploma di istruzione secondaria superiore. Durante gli studi liceali è stato spalla dell'Orchestra Sinfonica Bertolucci e dell'Orchestra d'archi Bertolucci con cui ha eseguito in veste di solista "l'Estate" di A. Vivaldi (RV 315) al Ridotto del Teatro Regio di Parma, nonchè primo violino del quartetto d'archi del liceo. Ha partecipato all'iniziativa RegioYoung del Teatro Regio di Parma nelle stagioni 2015 e 2016, rispettivamente come spalla d'orchestra per l'opera "Pinocchio" di G. Bruni e violino solista per "Il Gatto con gli stivali" di M. Tutino, sotto la direzione del M. Stefano Franceschini. Attualmente, sotto la guida del M. Alessandro Ciccolini, è iscritto al I Triennio Accademico di violino barocco al Conservatorio A. Boito di Parma, dove ha avuto occasione di partecipare a due masterclass di musica antica con il M. Federico Maria Sardelli, durante gli anni Accademici 2016-2017 e 2017-2018. Collabora con l'ensemble Suono Spirito e con l'Orchestra della Cappella musicale di S. Petronio, con la quale ha partecipato nel 2018 alla produzione dell'opera "Il Trionfo di Camilla" di G. Bononcini, eseguita a Palazzo Albergati di Zola Predosa e al Teatro Comunale "Pavarotti" di Modena, sotto la direzione del M. Michele Vannelli. Inoltre, è stato selezionato per il triennio 2018-2020 come membro effettivo dell’Orchestra Nazionale Barocca dei Conservatori italiani. Nel 2019 ha fondato il duo "Ars Arcana" insieme al clavicembalista Francesco Monica, con il quale ha ricevuto una menzione speciale nell' ambito del "Premio Nazionale delle Arti 2019 - Sezione Musica Antica".

 

Francesco Monica nasce a Parma nel 1996. All’età di 7 anni si avvicina alla musica, entrando a far parte del coro Voci Bianche Città di Parma diretto da Francesca Carra. All’età di 12 anni intraprende lo studio del pianoforte, e un anno più tardi viene ammesso al Conservatorio di Parma nella classe della Professoressa Maria Teresa Mocci, diplomandosi nel 2017 con ottimi voti. Terminati gli studi pianistici, inizia a dedicarsi allo studio del contrappunto e dell’armonia sotto la guida del Maestro Leonardo Morini, e approfondisce lo studio della tecnica vocale sotto la guida del Maestro Matteo Bellotto. Si avvicina poi allo studio della musica antica e in particolare al repertorio per clavicembalo, ed è ora allievo iscritto al Biennio accademico di secondo livello in Clavicembalo presso il Conservatorio Boito di Parma nella classe del Maestro Francesco Baroni. È docente di pianoforte, tastiere e propedeutica musicale presso l’Associazione culturale CreatiVità, attiva nelle sedi di Langhirano e Fidenza. Nel 2019 ha fondato il duo "Ars Arcana" insieme al violinista Davide Medas, con il quale ha ricevuto una menzione speciale nell' ambito del "Premio Nazionale delle Arti 2019 - Sezione Musica Antica".