I Concerti del Boito: Solismo e coralità: lo splendore del Romanticismo tedesco – 02-05-2017 ore 20:30

I Concerti del Boito: Solismo e coralità: lo splendore del Romanticismo tedesco – 02-05-2017 ore 20:30

 

 

 

I Concerti del Boito

Solismo e coralità: lo splendore

del Romanticismo tedesco

Classe di esercitazioni corali di Rosalia Dell’Acqua

Classe di Musica vocale da camera

di Reiko Sanada

Martedì 2 Maggio 2017, ore 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

Felix Mendelssohn Bartholdy (1809-1847)

Sechs Duette op. 63

1 Ich wollt meine Lieb ergösse sich

2 Abschiedslied der Zugvögel

3 Gruss

4 Herbstlied

5 Volkslied

6 Maiglöckchen und die Blümelein

 

Regina Granda Vargas, soprano

Kaho Maeyawa, mezzosoprano

Renata Orlandoni, pianoforte

 

 

Robert Schumann (1810-1856)

Da Dichterliebe:

1 Im wunderschönen Monat Mai

5 Ich will meine Seelen tauchen

10 Hör ich das Liedchen klingen

11 Ein Jungling liebt ein Mädchen

12 Am leuchtenden Sommermorgen

16 Die alten, bösen Lieder

 

Cheoncho Lee, baritono

Sera Shin, pianoforte

 

 

Franz Schubert (1797-1828)

Der Hirt auf dem Felsen

 

Giovanna Iacobellis, soprano

Francesco Limardo, clarinetto

Claudia Zucconi, pianoforte

 

***

 

Felix Mendelssohn Bartholdy

Verleih uns Frieden

 

 

Franz Schubert

Des Tages Weihe

 

 

Franz Schubert

Die GeseligKeit

 

Coro del Conservatorio "Arrigo Boito"

Solisti: Regina Granda Vargas, Erica Cortese, Antonio Mandrillo, Davide Zaccherini, Elyar Tahouri, Matteo Guerzè

 

Robert Schumann

Drei Gedichte nach Emanuel Geiber

1 Ländliches Lied

2 Lied

3 Zigeunerleben

 

Giusy Di Gerlando, soprano

Erica Cortese, mezzosoprano

Michela Borazio, mezzosoprano

Coro del Conservatorio "Arrigo Boito"

Massimo Di Gennaro, pianoforte

Rosalia Dell’Acqua, direttore

 

 

 

Il Coro del Conservatorio di Musica “A. Boito” di Parma, ormai attivo da numerosi decenni, ha ultimamente intensificato la propria attività concertistica soprattutto in campo sinfonico-corale. Sotto la direzione del maestro Rosalia Dell’Acqua ha tenuto concerti  a Parma e in numerose città italiane. Ha partecipato all’allestimento di opere e melodrammi in collaborazione, tra l’altro, con enti lirici di pregio quali il Teatro Regio di Parma. Tra le pagine più importanti studiate ed eseguite sotto la guida del maestro Dell’Acqua ricordiamo: Stabat Mater di Dvorak, Requiem di Mozart, Te deum di Charpentier, Messe di Mozart, Haydn e Schubert, Messa Corale di Liszt, Fantasia di Beethoven per Coro, pianoforte  e orchestra, Zigeuner Lieder e Liebes-Lieder-Walzer di Brahms, Carmina Burana di Orff. Negli ultimi anni, grazie alla collaborazione con l’orchestra del conservatorio diretta dal m.tro Martelli il coro si è cimentato in: Messa solenne di Verdi, Messa “Santa Cecilia” di Gounod, Requiem di Rutter e altre celebri pagine sinfonico-corali. La formazione cameristica del coro “A.Boito” ha studiato e approfondito anche opere del repertorio barocco di Haydn e Albinoni, in collaborazione con il M.tro Susanne  Scholz.

 

Rosalia Dell’Acqua, pianista e direttore di coro, dopo essersi diplomata con menzione in pianoforte si è dedicata alla direzione corale studiando con Fosco Corti e Roberto Gabbiani. E’ direttore del Coro Polifonico Padano e del Gruppo Madrigalistico “Fosco Corti”. Oltre a numerosi concerti in Italia e all’estero, tenuti con queste formazioni vocali, col Gruppo Madrigalistico “Fosco Corti” ha vinto numerosi concorsi Internazionali (Concorso Internazionale di Arezzo con premio speciale per la migliore esecuzione madrigalistica, 1986; Concorso Internazionale di Gorizia con premio speciale per il miglior punteggio e per la migliore esecuzione solistica, 1987; Concorso Luca Marenzio di Coccaglio 1989). Ha registrato per la BBC, per la Radio di Colonia per il Festival di Utrecht, e per il Festival di York . Ha inciso l’VIII libro di Madrigali a 5 voci di J. De Wert (Bottega Discantica). In qualità di docente del Conservatorio A. Boito di Parma ha tenuto numerosi concerti sinfonico-corali dirigendo tra l’altro il Requiem di Mozart nel 2006 e il Requiem di Verdi nel 2014. Ha partecipato all’allestimento di opere teatrali come maestro del coro e ha fatto parte di giurie di concorsi polifonici.