I Concerti del Boito: Leonard Harp Quartet. Emanuela Degli Esposti, Jeuan Jones, Laura Papeschi, Agatha Bocedi, arpe – 02-04-2019 ore 20:30

I Concerti del Boito: Leonard Harp Quartet. Emanuela Degli Esposti, Jeuan Jones, Laura Papeschi, Agatha Bocedi, arpe – 02-04-2019 ore 20:30

 

 

 

I Concerti del Boito

Leonard Harp Quartet

Martedì 2 aprile 2019, ore 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

Emanuela Degli Esposti, Jeuan Jones, Laura Papeschi,

Agatha Bocedi, arpe

 

 

 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

2° movimento dal Concerto in do minore BWV 1060

Concerto in la minore BWV 1065 (arr. Z. W.Steinberg)

 

François Joseph Gossec (1734-1829)

Simphonie Concertante du Ballet de Mirza (arr. E. Degli Esposti)

 

Henriette Reniè (1875-1956)

Les pins de Charlannes

 

Luis Sammartino (1888-1973)

Milonga

 

Darius Milhaud (1892-1974)

Brazileira dalla Suite Scaramouche (arr. E. Degli Esposti)

 

Ernesto Halffter (1905-1989)

Danza de la Pastora (arr. E. Degli Esposti)

 

Manuel De Falla (1876-1946)

Danza Spagnola n°1 da La Vida Breve (arr. E. Degli Esposti)

 

 

Al Duo D'Arpe formato da Emanuela Degli Esposti e Ieuan Jones, attivo dal 2003, si uniscono Laura Papeschi, prima arpa del Teatro Carlo Felice di Genova e Agatha Bocedi, astro nascente dello strumento. Il programma presentato dal Leonard Harp Quartet, che ha debuttato a Genova il 31 marzo 2018 e in seguito ha effettuato concerti nel Teatro di Villa Medici Giulini, nella Sala Mozart dell'Accademia Filarmonica Bolognese e nell'Auditorium Boccherini di Lucca, si apre con l'esecuzione fedele alla partitura originale dell'Adagio dal Concerto BWV 1060 di J.S.Bach a cui segue la trascrizione storica di Ze'ev W. Steinberg del Concerto BWV 1065 per quattro clavicembali Vivaldi-Bach, effettuata in occasione dell'International Harp Contest in Israel. Al genere delle Symphonies pour la harpe appartiene la Symphonie Concertante du Ballet de Mirza per due arpe con accompagnamento di due violini e basso, scritta da François-Joseph Gossec intorno al 1779. La parte dei due solisti è fedele al manoscritto originale e la parte di accompagnamento, nella trascrizione effettuata da E. Degli Esposti, pubblicata da Ut Orpheus e presentata al Belgrad Harp Festival 2016. Il programma prosegue con un omaggio all'arpista e compositrice Henriette Reniè, comtemporanea e ispiratrice di C.Debussy e con Milonga, una rara composizione per quartetto d'arpe, dono si Marcela Mendez, appartenuta all'arpista italiano Augusto Sebastiani, attivo in Argentina nel 19°secolo. Della celebre Brazileira, tratta dalla suite per due pianoforti Scaramouche op.165b di Milhaud, esistono versioni per vari strumenti e qui si esegue la trascrizione di E.Degli Esposti che propone anche la sua versione per quartetto di due composizioni spagnole di Ernesto Haffter e Manuel De Falla a conclusione del programma.