I Concerti del Boito: In der Fremde. Concerto di Tania Bussi (soprano) e Francesco Melani (pianoforte) – 09-01-2018 ore 20:30

I Concerti del Boito: In der Fremde. Concerto di Tania Bussi (soprano) e Francesco Melani (pianoforte) – 09-01-2018 ore 20:30

 

 

I Concerti del Boito

In der Fremde

(In terra straniera)

Martedì 9 gennaio 2018, ore 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

Tania Bussi, soprano

Francesco Melani, pianoforte

 

 

 

Il titolo In der Fremde (In terra straniera) ricorre tre volte nei Liederkreis, op. 39 di Schumann. Per il compositore e per l'autore delle poesie, Joseph von Eichendorff, questo titolo è rappresentativo del senso di straniamento, di ricerca continua di un'appartenenza, in breve: dello spirito romantico. Nell'ambito dell'intero programma il senso del viaggio ritorna: è nell'affresco della Francia e della Belle Epoque che traspare dalla musica di Poulenc. Un viaggio che volontariamente non tocca l'Italia, dove la musica vocale da camera è sempre stata poco considerata rispetto al repertorio operistico; alla ricerca quindi di una terra straniera in cui voce e pianoforte si rincorrono, dialogano, si accompagnano e talvolta si fondono in una fitta trama di rimandi poetici e di emozioni.

 

Programma:

 

 

Franz Peter Schubert

  • An die Musik  ( Fr. Von Schober)
  • Mignon Kieder (J. W. Goethe)
  • Kennst du das Land
  • Heiss mich nicht reden
  • Nur wer die Sehnsucht kennt

 

Robert Schumann

  • Liederkreis, Op. 39 (Joseph Karl Benedikt Freiherr von Eichendorff)

 

 

Gabriel Urbain Fauré (1845 – 1924)

  • Après un rêve (anonimo italiano / Romain Bussine)
  • Au bord de l’eau (Sully Prudhomme )

 

Francis Jean Marcel Poulenc

  • C  da Deux Poemes de Louis Aragon
  • Les chemins d’amour ( Jean Anouilh)

 

Tania Bussi: laureata in canto lirico con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio «Arrigo Boito» di Parma, studia con L. Bizzi. Si è brillantemente laureata in lettere moderne all’Università di Parma. Nel 2017 consegue il biennio di specializzazione in musica vocale da camera con il massimo dei voti, la lode e la menzione al Conservatorio "Boito" di Parma con Reiko Sanada. E' vincitrice di: 58° Concorso del Teatro Sperimentale di Spoleto 2004, 57° concorso As.Li.Co 2006, “Città di Pistoia” 2009, Primo palcoscenico di Cesena nel 2010. Ha sostenuto, tra gli altri, i ruoli di Susanna (Teatro Magnani di Fidenza, tournèe giapponese), Musetta (Teatro Morlacchi di Perugia, V. Emanuele di Messina), Donna Elvira (Ponchielli di Cremona, Grande di Brescia, Fraschini di Pavia), Rosina (Teatro Bonci di Cesena), Lauretta (Teatro di Torre del Lago), Fanny (La Cambiale di matrimonio) , Micaela (Carmen), Violetta (La Traviata). Particolarmente attenta al repertorio cameristico e moderno, è un’apprezzata interprete di Pierrot Lunaire di Schoenberg (Bologna Festival, Monteverdi Festival), ha partecipato al Montepulciano Festival, Festival Traiettorie 2017 a Parma ed è stata la protagonista di Patto di sangue di M. D’Amico al Teatro Comunale di Firenze con regia di D. Abbado (prima esecuzione assoluta).

 

Francesco Melani inizia gli studi musicali sotto la guida del M. Francesco Baroni dedicandosi al clavicembalo. Successivamente ammesso al Conservatorio A. Boito di Parma, frequenta il corso di pianoforte con il M. Giampaolo Nuti con il quale si diploma. Contemporaneamente frequenta i corsi del Conservatorio in musica da camera con il M. Monica Bissaca, composizione con i Maestri Luca Tessadrelli e Luigi Abbate e pianoforte Jazz con il M. Alberto Tacchini. Ha frequentato le masterclass di pianoforte dei maestri Andrea Lucchesini e Severino Ortíz Rey, di accompagnamento pianistico con Josè Luis Manuel Fernandez ed il tenore Detlef Roth e di composizione con Azio Corghi. Esordisce nel 2007 in qualità di pianista solista, da lì la sua attività lo vede impegnato in veste sia di esecutore, solista ed in formazione da camera, che di compositore – arrangiatore. Si è esibito nelle sale più prestigiose della sua città come Auditorium del Carmine, Teatro Regio e Casa della musica e in festival di risonanza nazionale, come Bolgheri Melody, Festival Verdi, ParmaFrontiere Jazz Festival e Bologna Festival, in cui ha presentato in prima esecuzione i suoi brani per orchestra e voce recitante "Welcome to Americazz..." e "Attent-age". Recentemente ha tenuto un concerto solistico all'interno del Labirinto di Franco Maria Ricci. Ha svolto l'attività di pianista – accompagnatore presso il Conservatorio di Parma; nel 2014 come prima parte nell’Orchestra del Conservatorio prende parte alla realizzazione di “Rendering” di Luciano Berio e, sotto la direzione del M. Danilo Grassi, ha collaborato con l’Ensemble di musica contemporanea del conservatorio nelle produzioni “Elio è Frankenstein", “Frank Zappa, The Yellow Shark” ed un progetto monografico rivolto alla figura del compositore Paolo Castaldi. Nel 2015 prende parte al progetto di riscoperta dell’opera “Pier Luigi Farnese” di Arrigo Boito e Constantino Palumbo. Nel 2016 vince una borsa di studio offerta dalla Chiesi Farmaceutici per la realizzazione della colonna sonora di un loro spot; il suo brano "Encore" per fisarmonica e quartetto d'archi è stato selezionato ed eseguito all'interno del "PIF 2016" . Nel 2017 si classifica primo premio ai concorsi di Piove di Sacco e Premio Crescendo di Firenze. Collabora con il Conservatorio di Parma in qualità di pianista solista, compositore ed accompagnatore. Ha all'attivo esperienza di insegnamento presso la scuola di via F.lli Bandiera a Parma, dove è stato titolare del corso di pianoforte nell'anno accademico 2016/17 e esperienze di lavoro con cantanti, cori, solisti ed orchestra.