I Concerti del Boito: Harp taste of Jazz. Marcella Carboni, Emanuela Degli Esposti e Eleonora Volpato (arpe classiche ed elettroacustica) – 25-04-2017 ore 20:30

I Concerti del Boito: Harp taste of Jazz. Marcella Carboni, Emanuela Degli Esposti e Eleonora Volpato (arpe classiche ed elettroacustica) – 25-04-2017 ore 20:30

 

 

 

I Concerti del Boito

Harp taste of Jazz

Marcella Carboni - arpa elettroacustica

Emanuela Degli Esposti, Eleonora Volpato - arpe classiche

Martedì 25 Aprile 2017, ore 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

Marcel Tournier (1879-1951)

Jazz Band

E.Degli Esposti, E.Volpato

 

 

George Gershwin (1898-1937)

Our love is here to stay (arrangiamento per arpa di Carlo Boccadoro)

E.Degli Esposti, E.Volpato

 

 

Earle Hagen (1919-2008)

Harlem Nocturne (arrangiamento per arpa di Carrol McLaughlin)

E.Degli Esposti, E.Volpato

 

 

Pearl Chertok (1918-1981)

Around the clock Suite

- ten past two
- beige nocturne
- harpicide at midnight
- the morning after

E.Degli Esposti

 

 

Jean Michel Damase (1928-2013)

Tango

E.Degli Esposti, E.Volpato

 

 

Bernard Andrès (1941)

Duke

E.Volpato

 

 

Bernard Andrès (1941)

Parvis

cortège et danse

E.Degli Esposti, E.Volpato

 

 

MARCELLA CARBONI ESEGUE:

 

Furio Di Castri (1955)

Sueños 

 

Marcella Carboni

John & Claude

 

Enrico Pieranunzi (1949)

L'Heure Oblique

 

Marcella Carboni

Rivu Isganiu

 

Maria Pia De Vito (1960)

Eucharisto Soi 

 

Thelonious Monk (1917 - 1982)

Round Midnight 

 

 

 

“Harp Taste of Jazz” è un progetto nato all'interno del corso di Harp Ensemble istituito presso la Scuola di arpa al Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma e perfezionato nei Master tenuti presso “Assisi Umbria Festival” da Emanuela Degli Esposti. L'idea è quella di proporre musica originale e arrangiamenti tratti dal repertorio per arpa classica ispirato alla musica Jazz. Emanuela Degli Esposti e Eleonora Volpato hanno recentemente tenuto un concerto al “Petro Jazz Festival” di San Pietroburgo. Da gennaio 2017 è stato attivato, presso il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" un Master annuale di arpa Jazz tenuto da Marcella Carboni, grande interprete di musica Jazz sull'arpa elettroacustica. 

Il concerto è inserito nel ciclo "I Concerti del Boito", che porta sul palcoscenico dell'Auditorium del Carmine i docenti del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma, tutti affermati concertisti, e i migliori allievi dell'Istituto di Alta Formazione Artistica e Musicale.

 

 

 

MARCELLA CARBONI: diplomata in arpa classica e laureata presso i corsi superiori sperimentali di Jazz, ha dedicato tutte le sue forze alla ricerca di una sintesi. Il risultato, secondo le parole di Franco Fayenz, è quel suo “equilibrio fra il jazz e la musica europea, fra scrittura e improvvisazione, tecnica impeccabile e suono affascinante” (Il Foglio, 18 agosto 2007). Con il quarto posto nel Top Jazz 2011, è l’unica arpista in Italia ad apparire nelle classifiche redatte dalla rivista Musica Jazz.Nel 1998 ha frequentato il seminario di Umbria Jazz incontrando Park Stickney, arpista newyorkese, che utilizza l’arpa in contesti jazz. Dopo questo incontro, ha iniziato lo studio del jazz sia da autodidatta, sia con l’aiuto di arpisti come Carrol Mc Laughing, Harvi Griffin e lo stesso Park Stickney in diverse occasioni, e dei pianisti Roberto Cipelli, Riccardo Zegna e Alessandro Diliberto. Ha frequentato la Civica Jazz di Milano (2000), i Seminari di Jazz a Siena (2004-2005) e i Seminari di Nuoro Jazz (dal 1999 al 2005). Laureata in jazz nel 2008, con una tesi sull'arpa nel Jazz, al Conservatorio di Cagliari sotto la guida del pianista australiano Peter Waters. Continua poi a perfezionarsi con Park Stickney in numerose occasioni, in Italia come in Germania, Inghilterra e Svizzera. Se il primo effetto è la curiosità di vedere il suo scintillante strumento blu quasi fuori contesto, è stato grazie alle sue qualità artistiche che nomi del calibro di Bruno Tommaso, Rosario Giuliani, Paolo Fresu e Ricardo Zegna hanno deciso di collaborare con lei, spesso scrivendo composizioni pensate per il suo strumento o affidandole alcune delle proprie pagine, come è successo con un gigante del jazz come Enrico Pieranunzi. Ed è con questo bagaglio sonoro che la sua musica ha viaggiato fino alla realizzazione di “Trame”(Blue Serge 2010), il suo primo disco da solista, proseguendo con le collaborazioni insieme alla raffinata cantante Elisabetta Antonini (NUANCE Blue Serge 2011) e all'eclettico armonicista Max De Aloe (POP HARP Abeat 2013). Ha collaborato con numerosi musicisti tra cui: Rosario Giuliani, Bruno Tommaso, Giancarlo Schiaffini, Paolo Fresu, Anthony Braxton, Edmar Castaneda, Javier Girotto, Daniela Spielmann, Enrico Fink, Ricardo Zegna, Fabrizio Sferra, Yuri Goloubev, Gianni Coscia, Peter Waters, Joanna Rimmer, Elisabetta Antonini, Max De Aloe, Guido Mazzon, Riccardo Fassi, Gabriele Coen, Francesco D'Auria, Francesca Corrias, Susanna Stivali, Aldo Bassi, Giacomo Uncini, Mario Corvini, Roberto Olzer. Ha suonato in diversi festival e jazz club tra cui: Madrid Jazz Festival, Jazz at Kitano (New York), Barbès (New York), Settimana Cultura Italiana (Rio de Janeiro, Brasile),Torino Jazz Festival, Dialogo (Roma, Auditorium Parco della Musica), Roma Jazz’s cool (Casa del Jazz), Time in Jazz-Berchidda (OT), Nuoro Jazz, Musica sulle Bocche-Santa Teresa di Gallura (OT), European Jazz Expo (Cagliari), Tuscia Jazz, Artusi Jazz Fstival (FC), Woma Jazz (Modena), Iseo Jazz, Vivere Jazz a Fiesole, Viggiano Jazz (PZ), No borders Jazz (Gubbio), Latina Jazz Winter, NonSoleJazz Festival, Legnano Jazz, Jesi Jazz, Ivrea Jazz, Terre di Siena, Elba Jazz. Ha partecipato a prestigiosi festival dell'arpa tra cui: Rio Harp Festival (Rio de Janeiro, Brasile), Camac Harp Festival (Perpignan, Francia), Pop Harp Festival (Monza), Festival dell’arpa Isolabona (IM), Festival Internazionale dell'arpa Salsomaggiore, Bologna Harp Festival, Festival Internazionale dell'arpa Viggiano (PZ), Festival delle Arpe in Villa Chiari (BS). Ha collaborato con produzioni cinematografiche,come Politropos Production(BBC Scozia) o Delfini, di teatro e di teatro danza con le compagnie teatrali La Fabbrica Illuminata, Il Crogiuolo, Carovana, I Delfini, Teatro d’inverno, Teatri del Vento, Cadadie Teatro. Ha partecipato a trasmissioni radiofoniche (Rai Radiouno, Radiodue, Radiotre, Isoradio, Radio Svizzera Italiana) e televisive (Rai due, Sky Cult, Sky Arte e Sky Sport). Dal 1993 al 2007 ha insegnato arpa, teoria, solfeggio, propedeutica e musica d'insieme in diversi istituti musicali e scuole civiche di musica (Sardegna e Lombardia). Oggi affianca l'attività di musicista ad un'intensa attività didattica e divulgativa dell'arpa jazz nei conservatori e nelle scuole d'arpa italiane. Ha tenuto masterclass nei conservatori di Matera, Benevento, Pesaro, Torino, nelle scuole musicali di Fiesole, Viggiano, Castelnuovo Rangone e nei festival dell'arpa tra cui Perpignan (Francia) e Ligerz (Svizzera). Dal 2011 è docente del corso di arpa jazz dei Seminari Estivi di Nuoro Jazz diretti da Roberto Cipelli.

 

Emanuela Degli Esposti inizia gli studi musicali a cinque anni divenendo una virtuosa della fisarmonica. Intrapreso anche lo studio dell'arpa, si diploma con il massimo dei voti sotto la guida di A.N. Schirinzi al Conservatorio di Bologna e completa gli studi con Judith Liber presso la Rubin Academy di Tel Aviv. Segue anche le master di arpa di Susanna Mildonian a Venezia, Frédérique Cambreling all'Accademia di Sion e di Mara Galassi a Milano. Premiata in vari concorsi (1° premio a Stresa e a Palmi in duo con Massimo Mercelli), per diversi anni collabora come 1° arpa l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, le orchestre RAI di Napoli e Milano, gli enti lirici di Genova e Bari e l’Orchestra della Radio Svizzera Italiana di Lugano, suonando sotto la direzione di Mehta, Prêtre, Muti, Gavazzeni, Oren, Chailly, Kuhn, Ficher, Inoue, Inbal, Berio. In veste di solista con orchestra ha eseguito Haendel, Mozart, Dittesdorf, Gossec, Reineke, Debussy, Ravel. Come solista e camerista (Überbrettl Ensemble, Chamber Orchestra of Europe, Geneva Chamber Orchestra, I Virtuosi Italiani, Octandre, i Cameristi della A. Scarlatti) svolge attività concertistica in Italia e all’estero) ed effettua prime esecuzioni di noti autori contemporanei all'Accademia Chigiana e presso importanti istituzioni. In duo con l'arpista Ieuan Jones ha tenuto concerti in Italia, Regno Unito, Serbia e Svizzera. Tra le sue incisioni, di particolare rilievo un CD di autori contemporanei per Fonit Cetra, il Concerto di Mozart K299 per la California Arts Fondation, il CD "Adagio e Cantabile" per Tactus, le Sonate Concertanti di L. Spohr , i recital solistici "Pedal Harp" e "Valse", il "Duo D'Harpes au XVIIIeme siècle” per La Bottega Discantica e l'album solista “Le Jardin Féerique” con composizioni di Daniele Garella. Il suo interesse per la ricerca l'ha portata alla riscoperta di composizioni che, pubblicate nella collana urtext UT Orpheus, sono state inserite nei programmi dell'International Harp Contest in Israel nelle edizioni 2003 e 2009, del Concorso Internazionale dell'American Harp Society (2009), del Concorso Internazionale "Suoni d'Arpa” (2012-2016) e del Concorso Internazionale di Monaco (2013). Tra le sue pubblicazioni per la didattica, vi è anche un testo sulla prassi esecutiva del “Solo für die Harfe” di C. P. E. Bach. Ha trascritto, pubblicato ed eseguito più volte la "Ciaccona" di J. S. Bach e la “Sinfonia Concertante du Ballet de Mirza” di Gossec (Belgrad International Harp Festival). Ha fatto parte della giuria di prestigiosi concorsi internazionali, tra cui quello di Monaco (1999), Israele (1998-2003), "Marcel Tournier" (2009-2012), "Harp Competition" di Belgrado (2014) ed è direttore artistico, insieme a Lorenzo Montenz, dell'International Harp Contest in Italy “Suoni D'Arpa”. È titolare della cattedra di arpa al Conservatorio Arrigo Boito di Parma, presidente dell'Associazione Italiana dell'Arpa e ha tenuto master class e concerti solistici a Varallo (1995), all’Accademia Europea-Pomerio (2000), al Conservatorio di Udine (2004), al Royal College di Londra (2005, 2010, 2013), ad Assisi Umbria Festival (2009, 2010, 2011), a Salsomaggiore Terme (2009), all'Accademia Tadini di Lovere (2012, 2013, 2014), al Conservatorio di Lugano (2013), alla Mokranjac Academy di Belgrado (2014), al Real Conservatorio Superior de Música di Madrid (2014), alla National School of Music Lyubomir Pipkov di Sofia (2014), alla Vītols Latvian Academy of Music di Riga (2015), all'Università di Musica di Bucarest (2016),a Villa Medici-Giulini (2015-16), all'Opera House di San Pietroburgo (2016).

 

Eleonora Volpato, ha conseguito la laurea e il diploma di arpa presso il Conservatorio Arrigo Boito di Parma, sotto la guida di Emanuela Degli Esposti. Ha frequentato il Talent Music Course di Brescia con Fabrice Pierre. Fino a gennaio 2011 è stata Prima Arpa dell’Orchestra Filarmonica di Santiago del Cile al Teatro Municipal dove ha suonato con direttori quali Rani Calderon, Jan Nathan Koenig, Alessandro Vitiello. In Italia ha suonato sotto la direzione di maestri come Daniele Gatti, Piero Bellugi, Donato Renzetti, Umberto Benedetti Michelangeli e altri, collaborando con il Teatro Carlo Felice di Genova, il Maggio Musicale Fiorentino, e l'Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza. Attiva anche nella musica contemporanea, lo scorso anno ha vinto l'audizione di arpa per la Biennale College e ha suonato alla Biennale di Venezia brani di Sinopoli e Webern con il M° Michele Carulli. Nella sala concerti del Conservatorio di Parma ha suonato “Splash” di Marco Lena diretta dal M° Danilo Grassi e il “Magnificat” di Pier Damiano Peretti con la Schola Cantorum di Santa Giustina (Belluno). Lo scorso anno ha suonato brani di Webern diretta dal M° Pierpaolo Maurizzi nella rassegna “Il Nuovo, l'Antico” al Bologna Festival. Come camerista e solista, Eleonora ha eseguito l'”Adagietto” di Gustav Mahler diretta dal M°Leon Spierer a Palazzo Leone Montanari, il Concerto di G. F. Handel e le Danses di C. Debussy a Mantova e Vicenza, Introduzione e Allegro di Ravel alle “Serate Musicali” di Arcugnano (Vi). Nel 2014 ha inciso per Tactus un disco con musiche originali per arpa di autori italiani del '900 storico, world premiere recording. Dal 2009 suona con Nicolò Vaiente nell'insolito ensemble Passo a Due arpa e marimba, unico duo di questo tipo in Italia. Passo a Due si è esibito in diverse città italiane per Associazioni come Asolo Musica, rassegne come i Concerti di Casa Pannini della Fondazione Teatro Borgatti, il Festival di Bellagio e del Lago di Como, i concerti di Palazzo Mezzabarba, la Società della Musica di Mantova, la Società del Quartetto di Vicenza, la Società dei Concerti di Milano. Passo a Due si e esibito al “4° International Harp Festival di Sentmenat” in Spagna, all'Auditorium Gaber per la Società dei Concerti di Milano ed ha rappresentato l'Italia al “ 7° Festival Mundial del Arpa en Paraguay”. Passo a Due ha inciso il cd “Viaggio di una Bolla”. Attualmente Eleonora frequenta il 2° anno del Biennio di Musica da Camera al Conservatorio di Parma.