I Concerti del Boito. Giornate della memoria: Das Tagebuch der Anne Frank – Il diario di Anna Frank. “Mono-oper” in due parti di Grigori Frid – 28-01-2020 ore 20:30

I Concerti del Boito. Giornate della memoria: Das Tagebuch der Anne Frank – Il diario di Anna Frank. “Mono-oper” in due parti di Grigori Frid – 28-01-2020 ore 20:30

 

 

 

I Concerti del Boito

Giornate della memoria

Das Tagebuch der Anne Frank

Il diario di Anna Frank

“Mono-oper” in due parti di Grigori Frid

Martedì 28 gennaio, 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

Stela Dicusara, soprano

Eszter Petràny, danzatrice

Riccardo Mascia, pianoforte

Spettacolo con sovratitoli

 

 

 

L’opera Das Tagebuch der Anne Frank (il Diario di Anna Frank), è stata scritta nel 1968 da Grigori Frid (1915-2012), compositore molto attivo nell'Unione Sovietica, legatissimo a Shostacovich. Frid estrae liberamente ventuno frammenti dal diario di Anna Frank, con un filo cronologico molto esile, preferendo le riflessioni più intime, che si concentrano sul mondo interiore di Anna, alternando momenti di paura, di curiosa osservazione del mondo esterno, della propria crescita con gli inevitabili turbamenti amorosi, di trepidazione per gli avvenimenti di cronaca e speranza della liberazione.

La musica collega ininterrottamente questi momenti apparentemente slegati. Si tratta di una musica inquieta, che guarda all'espressionismo novecentesco, molto legata al linguaggio di Shostakovitch, ma che nei momenti di maggiore tensione ricorre alla serie dodecafonica, disfacendo definitivamente un già precario tessuto tonale.   

 

 

Stela Dicusară, soprano, viene ammessa al Conservatorio “A. Boito” di Parma dove studia sotto la guida del soprano Donatella Saccardi. Si laurea nello stesso conservatorio con lode. Nel 2014 canta in “West side story” di L. Bernstein nel ruolo di Rosalia. Nel 2016 debutta ne “Le nozze di Figaro” (ruolo di Susanna). Nell’ambito della rassegna “Happy Birthday Mister Reich” è soprano secondo nel “Tehillim– Psalm” (1981). Nel 2017 debutta ne “La serva padrona” presso l’Auditorium del Carmine di Parma e presso il Festival Onde Musicali. Nel 2018 debutta in “Hänsel und Gretel” (ruolo di Sabbiolino) presso il Teatro Regio di Parma. Dal 2016 fa parte del sestetto In Liebe, gruppo formato da giovani musicisti con i quali approfondisce i Liebeslieder Walzer op. 52 e op. 65 di J. Brahms. Con loro incide un CD che è stato pubblicato nel 2019 dalla Casa Discografica Da Vinci Classics e si esibisce in svariati concerti a Parma, Rimini, Milano, Padova, Repubblica di San Marino e Ravenna. Partecipa alla rassegna “Prima che si alzi il sipario” tenuta nel ridotto del Teatro Regio di Parma per la presentazione de “Le nozze di Figaro” e “Giovanna d’Arco”. Nel 2019 debutta nel ruolo di Anne nel monodramma “Das Tagebuch der Anne Frank” di G. Frid a Linz in Austria. Debutta anche il ruolo di Carlotta ne “La finta tedesca” e il ruolo di Lauretta in “Gianni Schicchi”. Recentemente ha vinto il secondo premio nel Concorso Lirico Internazionale Crescendi. Partecipa attivamente in diversi recital per il Verdi Off- Festival Verdi di Parma. A novembre 2019 interpreta il ruolo di Alice nell’opera omonima di Stefano Seghedoni per la rassegna di opere MICRON XV edizione. Si perfeziona con Roberto de Candia, Luca Salsi, Daniela Barcellona, Fiorenza Cedolins, Eva Mei, Peter Nelson, Jan Schultsz, Fabio Biondi, Giulio Zappa e Federico Maria Sardelli.

 

Riccardo Mascia: maestro di spartito ai Corsi Internazionali di Arte Vocale e Scenica a fianco di Gianni Raimondi, Giuseppe Taddei, Iris Adami Corradetti, è stato poi maestro collaboratore al teatro Carlo Felice di Genova e al Grand Théatre di Ginevra, preparatore a fianco di Alberto Zedda al Festival Mozart di La Coruna e per la Fondation Royaumont (Parigi). Maestro collaboratore per le Settimane Musicali del Teatro Olimpico a Vicenza e per altri teatri italiani, è stato spesso segnalato, anche dalla critica, per la particolare specializzazione nella preparazione del recitativo. Dal 1998 è responsabile degli studi musicali e maestro al cembalo dell’Opéra de Chambre di Ginevra, specializzata in opera buffa del settecento, protagonista di molte riscoperte moderne, con cui ha inciso riscoperte di Piccinni e Paisiello. Dal 2003 collabora stabilmente col Teatro di Pisa ed è responsabile della formazione dei giovani maestri collaboratori di LTL Opera Studio. Svolge attività concertistica come solista e membro di gruppi di musica antica al clavicembalo. È stato continuista del Conservatorio di Ginevra e del Centro di Musica Antica, dell'Orchestre de Chambre de Genève, ORT Orchestra della Toscana e l’Orchestre de la Suisse Romande. Laureato in Lettere all'Università di Genova con tesi sui meccanismi teatrali dei libretti rossiniani, ha ideato e diretto corsi di lingua italiana per cantanti e storia del libretto alla Società Dante Alighieri di Ginevra, svolto seminari per le Università di Ginevra, Pisa, Verona, il Conservatorio di Lausanne e la Verbier Festival Academy. E' docente di Conservatorio dal 1997, dal 2011 al Conservatorio di Parma.