I Concerti del Boito: Encore! Viaggio a sorpresa fra le delizie del repertorio pianistico. Giampaolo Nuti, pianoforte – 13-03-2018 ore 20:30

I Concerti del Boito: Encore! Viaggio a sorpresa fra le delizie del repertorio pianistico. Giampaolo Nuti, pianoforte – 13-03-2018 ore 20:30

 

 

 

I Concerti del Boito

Encore!

Viaggio a sorpresa

fra le delizie del repertorio pianistico

Giampaolo Nuti, pianoforte

Martedì 13 Marzo 2018, ore 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

Il programma “Encore!” nasce dall’idea di estendere a un intero recital pianistico, il sottile piacere che sempre serpeggia nel pubblico al momento del fuori programma, dei bis - encores, appunto, in molte lingue.  Talvolta i fuoriprogramma sono annunciati e spiegati dall’esecutore, talvolta viene lasciato alla competenza e all’immaginazione dello spettatore il compito di indovinare quale sia il pezzo suonato; qualcuno predilige continuare sulla falsariga del programma eseguito, altri preferiscono rompere col già sentito e proporre stili totalmente diversi… insomma, il momento dei bis fa a pieno titolo parte della ritualità del recital, e qualcuno ne ha fatto addirittura il fulcro della propria figura di artista.
Questa parata di piccole e grandi delizie pianistiche, annunciate via via dall'esecutore, presenterà anche l’occasione di scoprire gioielli che difficilmente trovano posto nei normali programmi di recital, all’insegna di sorpresa, curiosità e perché no, divertimento.

 

 

Giampaolo Nuti è nato a Firenze, dove ha compiuto gli studi pianistici sotto la guida di Antonio Bacchelli; successivamente ha studiato con Franco Scala ad Imola ed ha seguito corsi di perfezionamento in Italia e all’estero, sia di pianoforte che di musica da camera. Ha compiuto inoltre studi di clavicembalo - diplomandosi col massimo dei voti e lode - musica elettronica e direzione d’orchestra. Vincitore di numerosi concorsi pianistici nazionali, ha tenuto concerti in Austria, Germania, Irlanda, Francia, Spagna, Svezia, Slovenia, Stati Uniti, Canada, Kenya, Perù, Colombia e Messico, nonché nei maggiori centri italiani, dove suona regolarmente in importanti stagioni e festival concertistici (per citarne solo alcuni, Amici della Musica di Palermo, “Luigi Barbara” di Pescara, “Barattelli” dell'Aquila, La Verdi di Milano, Concerti del Quirinale, i Festival di Ravello, Pontino, e Nuova Musica di Macerata, Milano Musica) sia come pianista che come cembalista. Ha eseguito concerti di Bach, Haydn, Mozart, Beethoven e Liszt con l’Orchestra da Camera Fiorentina, Chopin con la Filarmonica Marchigiana e la Giovanile di Genova, Alkan con la Camerata Marciana e Ciaikovsky con la Sinfonica di Lecce, nonché il Secondo concerto di Shostakovich con la NRO al Festival di Breckenridge, Colorado, e con la OFUNAM a Città del Messico, in diretta televisiva; ha suonato inoltre il KV 466 di Mozart a Vienna ed il Concerto di Schnittke per il Festival di Fermo.  Ha recentemente preso parte al prestigioso Tuscan Sun Festival al Teatro della Pergola di Firenze, sostituendo Valentina Lisitsa nel Primo Concerto di Shostakovich con poche ore di preavviso. La sua discografia, per Stradivarius, Decca e Brilliant, comprende alcune importanti integrali, recensite e premiate dalle riviste specializzate europee: A. Schnittke per pianoforte solo e, col violinista Francesco D’Orazio, Schnittke, Busoni, Ravel, Rota e Berio, nonché le Sonate di Franck, Fauré e Lalo su strumenti originali. Nel 2010, centenario della nascita di Samuel Barber, Stradivarius ha pubblicato la sua esecuzione del Concerto per pianoforte, con Daniel Kawka e l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, disco accolto con grande attenzione dalla critica specializzata, prima incisione europea; mentre l'ultimo cd, ancora per Stradivarius e dedicato alla produzione pianistica di Barber, comprende molte prime incisioni assolute. È  stato vincitore dei concorsi a cattedra nei Conservatori di Musica sia di Pianoforte Complementare che di Pianoforte Principale, classificandosi al primo e al quarto posto delle rispettive graduatorie nazionali ed è attualmente docente di pianoforte al Conservatorio “A. Boito” di Parma. Tiene regolarmente masterclass e corsi annuali per varie associazioni ed accademie italiane; è stato docente per la Showa University di Tokyo, la Escuela Nacional de Musica di Città del Messico, il Conservatorio Superior de Vigo, Spagna, il Conservatorio Nacional de Musica de Bogotà, la Yasar Universiti di Smirne e la prestigiosa Accademia Gnessin di Mosca. Viene regolarmente invitato a far parte delle giurie di concorsi pianistici nazionali e internazionali. Il suo eclettico repertorio solistico riserva una particolare attenzione per le trascrizioni d’autore, il contemporaneo e le composizioni meno eseguite – come nei concerti monografici dedicati ad Alkan, a Shostakovich o alla musica nordamericana – anche attraverso formule concertistiche innovative, volte a stabilire un rapporto più immediato e coinvolgente con il pubblico.