Georg Philipp Telemann: 12 Fantasie per Violino solo senza Basso. Kolja Lessing, violino – 22-05-2017 ore 20:30

Georg Philipp Telemann: 12 Fantasie per Violino solo senza Basso. Kolja Lessing, violino – 22-05-2017 ore 20:30

 

 

 

Georg Philipp Telemann:

12 Fantasie per Violino solo

senza Basso

Kolja Lessing, violino

Lunedì 22 maggio 2017, ore 20.30

– Auditorium del Carmine –

Ingresso libero

 

 

 

Georg Philipp Telemann (1681-1767)

12 Fantasie per violino solo senza Basso, 1735

TWV 40:14 - TWV 40:25

 

 

Fantasia I in Si maggiore, TXV 40:14

Largo
Allegro. Grave. Allegro da capo

 

Fantasia II in Sol maggiore, TWV 40:15

Largo
Allegro
Allegro

 

Fantasia III in Fa minore, TWV 40:16

Adagio
Presto
Grave.Vivace

 

Fantasia IV in Re maggiore, TWV 40:17

Vivace
Grave
Allegro

 

Fantasia V in La maggiore, TWV 40:18

Allegro.Presto
Andante
Allegro

 

Fantasia VI in Mi minore, TWV 40:19

Grave
Presto
Siciliana
Allegro

 

****

 

Fantasia VII in Mi b maggiore, TWV 40:20

Dolce
Allegro
Largo
Presto

 

Fantasia VIII in Mi maggiore, TWV 40:21

Piacevolmente
Spirituoso
Allegro

 

Fantasia IX in Si minore, TWV 40:22

Siciliana
Vivace
Allegro

 

Fantasia X in Re maggiore, TWV 40:23

Presto
Largo
Allegro

 

Fantasia XI in Fa maggiore, TWV 40:24

Un poco vivace
Soave
Un poco vivace da capo
Allegro

 

Fantasia XII in La minore, TWV 40:25

Moderato
Vivace
Presto
Vivace da capo

 

 

Kolja Lessing, uno dei musicisti più versatili del nostro tempo, ha dato un impulso decisivo al mondo della musica, combinando impegno interpretativo e ricerca con la sua abilità sia come violinista e pianista. Grazie a lui si devono le riproposte concertistiche delle fantasie di Georg Philipp Telemaa e le Suite di Johann Paul Westhoffa per il violino e per il repertorio pianistico ha ridato visibilità a molti compositori del XX secolo. Le sue incisioni discografiche danno prova prova di un approccio diversificato al repertorio che spazia dal periodo Barocco alla musica contemporanea, L’attività concertistica e di registrazione in tutto il mondo, come violinista e pianista, includono la collaborazione con le grandi orchestre e direttori come Yakov Kreizberg, Nello Santi e Lothar Zagrosek nonché un costante impegno nel repertorio cameristico. In riconoscimento dei suoi sforzi a favore della riscoperta dei compositori della Entertete Musik, nel 1999 è stato insignito del Premio Speciale Johann Wenzel Stamitz. Nel 2008 è stato insignito del tedesco Premio della Critica per la Musica. Nel 2010 il TV-documentario "Ferne Klänge" per il suo impegno per la musica in esilio ha avuto la sua prima messa in onda. Numerose prime esecuzioni di opere per violino che compositori come Haim Alexander, Tzvi Avni, Abel Ehrlich, Jacqueline Fontyn, Berthold Goldschmidt, Ursula Mamlok, Dimitri Terzakis e Hans Vogt hanno scritto appositamente per Kolja Lessing riflettono la sua reputazione internazionale. Kolja Lessing è regolarmente invitato a tenere masterclass in Europa e Nord America. Dal 2000 ha insegnato come professore di violino e musica da camera presso l'Musikhochschule di Stoccarda dopo avere tenuto la docenza presso le Hochschule di Würzburg e Lipsia. Kolja Lessing ha ricevuto la sua formazione musicale dalla madre e successivamente dal Hansheinz Schneeberger a Basilea, dove ha anche studiato composizione. Particolarmente feconde sono stati gli incontri con con Berthold Goldschmidt, Ignace Strasfogel e Zoltán Székely.