Empatia e musica. Conferenza a cura di Giacomo Rizzolatti – 10-04-2018

Empatia e musica. Conferenza a cura di Giacomo Rizzolatti – 10-04-2018

 

 

 

Empatia e musica

Conferenza a cura di Giacomo Rizzolatti

Martedì 10 aprile dalle 11.00 alle 13.00

Parma, Sala Verdi del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”

 

Il seminario è inserito nelle attività formative del Master di primo livello "Addetti al Settore Educational presso Enti Musicali", ed è aperto a tutti gli interessati

Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito

 

 

 

Calendario:

- martedì 10 aprile 2018 dalle 11:00 alle 13:00, Sala Verdi del Conservatorio “A. Boito”;

 

Descrizione:

Studi condotti in questi ultimi anni sulla maniera con cui un individuo comprende le azioni, le intenzioni e le emozioni altrui hanno dimostrato che questo può avvenire in due maniere distinte. La prima mediante un processo logico-inferenziale, simile a quello con cui capiamo i processi fisici (una mela che cade) o i comportamenti che non fanno parte del nostro patrimonio motorio (il volo degli uccelli). La seconda maniera è “diretta” empatica. Non ragioniamo su cosa fa l’altro, ma il comportamento dell’”altro” attiva in noi un modello interno che controlla lo stesso comportamento (il riso, la paura). Giacomo Rizzolatti, neuroscienziato e coordinatore del gruppo di scienziati che nel 1992 ha scoperto l'esistenza dei neuroni specchio, parlerà prima di queste due maniere di capire gli altri con un’enfasi particolare sulla comprensione empatica e sulla sua base neurale, il meccanismo specchio. Esaminerà poi una serie di studi di risonanza magnetica funzionale su musica ed emozioni che mostrano che alcuni aspetti della musica (ad esempio ritmo o melodia) modulano una complessa serie di centri nervosi noti per essere coinvolti in maniera cruciale nelle emozioni.

Il seminario è inserito nel Master "Addetto al settore educational presso enti musicali" ed è aperto a tutti gli interessati, al costo di 20,00 €. Per iscriversi si dovrà provvedere a versare la tassa di iscrizione sul c/c di Crédit Agricole Cariparma (IBAN: IT44O0623012700000074997550 intestato a Conservatorio di Musica Arrigo Boito) e ad inviare la ricevuta del pagamento via email a debora.vasta@conservatorio.pr.it.

 

 

Giacomo Rizzolatti si è laureato in Medicina e Chirurgia all'Università di Padova dove ha anche conseguito la specializzazione in Neurologia. Ha trascorso tre anni presso l'Istituto di Fisiologia dell'Università di Pisa, diretto dal Prof. Giuseppe Moruzzi. La sua carriera accademica è poi proseguita prevalentemente presso l'Università di Parma, prima come Assistente alla Cattedra di Fisiologia Umana e quindi come Professore Ordinario di Fisiologia Umana. Attualmente dirige l’Unità di Ricerca (URT) del CNR dell’Istituto di Neuroscienze presso l’Università di Parma. Ha trascorso un anno presso il Dipartimento di Psicologia della "McMaster University", a Hamilton, Canada, e l’Anno Accademico 1979-1980, come "Visiting Professor", presso il Dipartimento di Anatomia dell'Università di Pennsylvania, a Filadelfia. E’ stato Visiting Professor, nel 2006 presso l’Università della California, Santa Barbara. E' membro dell'Accademia dei Lincei, dell’Academia Europaea, dell’Académie Française des Sciences, ed è "Honorary Foreign Member" dell'American Academy of Arts and Sciences e della National Academy of Science, USA. Attualmente è Affiliate Professor presso il Dipartimento di Fisiologia della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Malta. Tra gli innumerevoli riconoscimenti ottenuti: il "Premio Golgi per la Fisiologia”", il "George Miller Award" della Cognitive Neuroscience Society, il premio “Feltrinelli” per la Medicina dell'Accademia dei Lincei, il premio “Herlitzka” dell’Accademia delle Scienze di Torino e il premio internazionale “Grawemyer 2007” per la Psicologia, considerato il premio internazionale più prestigioso in questo campo. Ha ricevuto il Premio Principe delle Asturie per la Scienza, il più prestigioso premio scientifico spagnolo e recentemente (2014) il Brain Prize for Neuroscience, il maggiore riconoscimento internazionale per le neuroscienze. Ha ricevuto Lauree Honoris Causa dall'Università “Claude Bernard” di Lione, dall'Università di San Pietroburgo, dall’Università di Lovanio, dall’Università di Sassari e dall’Università Nacional de San Martin di Buenos Aires. È il leader del gruppo che ha scoperto i neuroni specchio. E’ autore di circa 250 pubblicazioni su riviste internazionali.

 

 

Per informazioni e iscrizioni: 

prof.ssa Tiziana Rossi, tiziana.rossi@conservatorio.pr.it