Domenico Scarlatti a Parma: giornata scarlattiana – 08-04-2016

Domenico Scarlatti a Parma: giornata scarlattiana – 08-04-2016

Domenico Scarlatti a Parma. Le Sonate nel manoscritto della Palatina

Giornata Scarlattiana

Venerdì 8 aprile 2016

Auditorium del Carmine

Ingresso libero

 

 

 

Calendario:

- venerdì 8 aprile 2016 dalle 9:30 alle 13:00 e dalle 16:00 alle 19:30, Auditorium del Carmine;

 

Descrizione:

Dalle 9,30 alle 13,00: Masterclass del M° Enrico Baiano

Dalle 11,00 alle 11,30: Visita alla Sezione Musicale della Biblioteca Palatina e visione del manoscritto delle Sonate

Alle 16,00: presentazione del libro Le Sonate di Domenico Scarlatti: testi, contesti, interpretazioni, di Enrico Baiano e Marco Moiraghi (Lucca, LIM, 2014). Ne discutono con gli autori Carlo Grante e Carlo Lo Presti.

Alle 18,00: Lezione-concerto di Enrico Baiano e degli allievi partecipanti alla Masterclass

 

 

La presenza a Parma, nella Sezione Musicale della Biblioteca Palatina, del manoscritto completo delle Sonate di Domenico Scarlatti, lega il compositore alla nostra città. Esiste solo un secondo manoscritto completo, conservato alla Biblioteca Marciana di Venezia. Entrambi furono portati in Italia da Farinelli, il celebre castrato del Settecento, che conobbe e frequentò il compositore alla corte di Spagna. Un libro, scritto a quattro mani da Enrico Baiano e Marco Moiraghi, getta nuova luce su queste sonate, e sul genio multiforme di Scarlatti. Gli autori esplorano i modelli di scrittura, la tecnica tastieristica, gli echi di musica popolare spagnola, la trasmissione manoscritta. Sottolineano l'importanza del manoscritto di Parma: in esso compaiono dodici sonate assenti in quello di Venezia, e la copiatura spesso è più accurata. Le iniziative che si svolgeranno durante la giornata permetteranno di conoscere meglio e di apprezzare questo straordinario corpus musicale.

 

 

 

Enrico Baiano è oggi considerato uno dei più completi e interessanti interpreti sulla scena della musica antica. Nato a Napoli nel 1960, si è brillantemente diplomato in pianoforte e composizione presso il Conservatorio «San Pietro a Majella» di Napoli, specializzandosi poi in clavicembalo, clavicordo e fortepiano con Emilia Fadini presso il Conservatorio «Giuseppe Verdi» di Milano. Ha suonato per i più importanti festival di musica antica. Ha registrato otto CD per l’etichetta Symphonia, tutti accolti entusiasticamente dalla critica e più volte premiati (Deutsche Schallplattenpreis, Diapason d’Or, Choc de la Musique, Platte des Monats). Ha registrato per varie radio e televisioni europee. Collabora con l’ensemble di musica contemporanea Dissonanzen e con Piccolo Concerto Wien. Ha preso parte al film-documentario su Domenico Scarlatti Un gioco ardito, del regista Francesco Leprino. Dal 1986 al 2000 ha suonato con il gruppo vocale-strumentale Cappella della Pietà dei Turchini, con il quale ha registrato dieci CD per le etichette Symphonia e Opus 111. È docente di clavicembalo e tastiere storiche presso il Conservatorio «Domenico Cimarosa» di Avellino.

 

Marco Moiraghi si è formato nel Corso di Musicologia del Conservatorio «G. Verdi» di Milano, dove ha conseguito anche il diploma in pianoforte. Si è laureato all'Università di Milano e ha conseguito il Dottorato di ricerca all'Università di Pavia (Cremona). Ha pubblicato con l'Epos di Palermo il libro Paul Hindemith. Musica come vita (2009), Voglio un monumento in Piazza della Scala. La Milano musicale di Gino Negri (Roma, SquiLibri, 2011) e insieme a Enrico Baiano, Le Sonate di Domenico Scarlatti: testi, contesti, interpretazioni, (Lucca, LIM, 2014). Le sue ricerche spaziano in vari campi, toccando la musica di Mozart, la canzone degli anni Sessanta e la produzione contemporanea (Kurtag, Dionisi, Fedele).

Per informazioni e iscrizioni alla masterclass: Prof. Carlo Lo Presti, carlo.lopresti@conservatorio.pr.it