Antonio Giacometti

Nato a Brescia nel 1957, dopo aver compiuto studi umanistici ed essersi diplomato in composizione presso il Conservatorio di Milano ha consolidato la propria preparazione nel campo della pedagogia musicale, settore nel quale s'è impegnato attivamente fin dal 1984, lasciando significativi contributi sia come pubblicista che come operatore didattico (oltre ad articoli e atti di Convegni su varie riviste specializzate, si ricorda il testo, scritto in collaborazione con lo psicopedagogista Franco Vaccaroni, L'educazione al suono e alla musica nella scuola elementare, La Scuola Editrice, Brescia, 1988).

E' stato membro del Direttivo nazionale della SIEM (Società Italiana per l'Educazione Musicale) e Presidente della sezione territoriale di Brescia, con la quale ha collaborato per più di un trentennio nella definizione di strategie d'intervento didattico musicale per l'infanzia e nel settore pubblicistico, pubblicando articoli e saggi per l’organo ufficiale dell’Associazione, il trimestrale «Musica Domani» (sul quale, oltre a contributi periodici, ha curato dal 2006 al 2012 la rubrica “Cantieri sonori”) e i relativi Quaderni monografici.

Viene regolarmente invitato da Enti privati e Istituzioni pubbliche (Università, Ministero della PI, IRRSAE regionali) a tenere seminari e corsi d'aggiornamento e di formazione didattica per insegnanti della scuola dell'obbligo, relativi in particolare al ruolo delle esperienze di musica d'insieme e di composizione nella formazione musicale di bambini e ragazzi. Interessato ai problemi dell'analisi musicale, in particolare allo studio delle sue implicazioni nella didattica della composizione, è stato tra i fondatori, e per nove anni consigliere nazionale, della SIdAM (Società Italiana di Analisi Musicale). Per più di un decennio ha collaborato con la Rivista di teoria e pedagogia musicale «Analisi».

Nel 2002-03, è stato ideatore e responsabile didattico del Master di composizione didattica, che si è tenuto presso l'Istituto "O. Vecchi" di Modena da ottobre a giugno. Nel 2003-04 ha ideato e seguito l’articolato progetto didattico “Suonare per capire”, relativo ad una sperimentazione di scuola elementare ad indirizzo strumentale realizzata presso la scuola "Bachelet" di Lumezzane S. Apollonio (Brescia), che è stato insignito del prestigioso “Premio Abbiati per la scuola” 2004. Quattro anni dopo il “Premio Abbiati per la scuola” 2008 è stato assegnato al suo progetto didattico per la scuola primaria “Insegnare la musica giocando al teatro”.

Nel 1999 ha pubblicato, per la casa editrice Rugginenti di Milano, il libro Linguaggi e forme per inventare (Una propedeutica alla composizione con proposte di applicazione didattica), rivolto ai docenti di strumento e di musica d'insieme delle scuole medie ad indirizzo musicale, nonché agli allievi dei corsi di "Didattica della musica" del Conservatorio. Nell'autunno 2001 è uscito, per l'editore Curci di Milano, il volume Insieme per suonare, insieme per capire, scritto in collaborazione con l'ex allievo Mauro Montalbetti e destinato ai gruppi di musica d'insieme di primo livello.

Premiato o segnalato in numerosi concorsi nazionali ed internazionali di composizione, ha composto, dal 1979 ad oggi, oltre 150 opere solistiche, da camera, sinfoniche e di teatro musicale, molte delle quali eseguite in Festivals e Rassegne di tutto il mondo. E' autore di numerosi lavori di teatro musicale di un genere particolare, scritti per ragazzi ai primi anni dello studio strumentale, in collaborazione con i suoi allievi di composizione e con il contributo degli stessi giovanissimi esecutori. Ricordiamo tra questi La fabbrica del cioccolato - 2000, tratto dal racconto di Roald Dahl, Letizia (una fiaba per Andersen) – 2005, Streghe! - 2008, Prigioniera di un mostro ventoso – 2010, I care, l'eredità ignorata - 2012, ispirato alla figura e alla didattica di Don Lorenzo Milani, fino al recentissimo Giardino Segreto – 2016, tratto dal libro di Frances E. Burnett.

Nel 2011 e nel 2015 è stato invitato in Brasile a tenere seminari di composizione e di didattica presso le sedi delle Università Federali di Porto Alegre, Rio de Janeiro, Salvador de Bahia.

Docente in ruolo di Composizione presso l'Istituto "Orazio Vecchi-Antonio Tonelli" di Modena e Carpi, ricopre attualmente anche la carica di Direttore. Per ulteriori informazioni, si rinvia al sito ufficiale, dal quale è possibile scaricare materiali compositivi e didattici: www.a-giacometti.it

Antonio Giacometti terrà, nell'ambito del Master Educational a.a.2017-18, l'intervento dal titolo:

Scrivere musica per i giovanissimi. Aspetti tecnici ed estetici della composizione musicale destinata all’infanzia e all’adolescenza