Danze per strumento o danze da danzare? Seminario a cura di Deda Cristina Colonna – 13-04-2018

Danze per strumento o danze da danzare? Seminario a cura di Deda Cristina Colonna – 13-04-2018

 

 

 

Danze per strumento

o danze da danzare?

Seminario a cura di Deda Cristina Colonna

Venerdì 13 aprile 2018 

Parma, Conservatorio di Musica "Arrigo Boito"

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito

Come usare la Carta del docente per iscriversi alle masterclass e seminari del Boito

 

 

 

Calendario: 

- Venerdì 13 aprile 2018 dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 19:00, Aula 22 del Conservatorio "A. Boito"

 

Descrizione:

In preparazione alla masterclass che Enrico Baiano terrà a maggio sulle danze della Suite, una danzatrice, regista e coreografa specializzata in danze barocche espone il proprio punto di vista sull’argomento. L’interpretazione delle danze barocche per tastiera (così come di quelle per violino, violoncello e altri strumenti) è tema infatti molto controverso e vede confrontarsi musicisti che cercano di essere fedeli, nella loro proposta, alle caratteristiche delle danze scritte per il ballo e interpreti che le propongono con più libertà, considerando la loro destinazione strumentale.

 

 

Deda Cristina Colonna è regista e coreografa; il suo repertorio d’elezione è l’opera barocca e classica, come pure tutte le opere durchkomponiert. Il suo stile è profondamente influenzato dalle sue esperienze di palcoscenico, con una competenza specifica per la danza barocca, il gesto retorico e la recitazione in stile. Sebbene basata sulla pratica scenica storicamente informata, la sua regia ricerca il contatto con il pubblico odierno attraverso un linguaggio moderno, influenzato anche dalla recitazione in prosa e dal teatro contemporaneo. Si è diplomata in danza classica presso il Civico Istituto Musicale Brera (Novara) e l’Ecole Supérieure d’Etudes Chorégraphiques (Parigi). Si è laureata alla Sorbonne, specializzandosi in Danza Rinascimentale e Barocca. In seguito si è diplomata alla Scuola di Recitazione del Teatro Stabile di Genova ed ha recitato in produzioni da Shakespeare a Cecov e Genet in Italia, Francia e Germania. Ha lavorato con la compagnia Theater der Klänge (Düsseldorf) ed è stata solista e coreografa ospite con la New York Baroque Dance Company. Come regista ha creato lavori originali, tra i quali Voluptas Dolendi – I Gesti del Caravaggio, e Tetraktys ovvero la prima età del mondo (Teatro Verdi, Trieste), ed ha coreografato e/o messo in scena oltre 25 opere, tra le quali, recentemente: Ottone in Villa di A. Vivaldi (Copenhagen Opera Festival: nominata al Premio Reumert di Copenhagen come migliore opera nel 2014), Il Giasone di A. Cavalli e Il Matrimonio Segreto di D. Cimarosa (Drottningholm Slottsteater), L’Incoronazione di Poppea di C. Monteverdi e Gesualdo-Shadows del contemporaneo Bo Holten (Copenhagen Royal Opera/Takkelloftet), Armide di J.B. Lully (Innsbrucker Festwochen der Alten Musik/Musikfestspiele Potsdam Sanssouci), Nina, o sia la Pazza per Amore di G. Paisiello e Comala di P. Morandi per Vadstena-Akedemien (Svezia), Didone Abbandonata di L. Vinci (Opera di Firenze/Maggio Musicale Fiorentino). Insegna danza barocca, gesto e recitazione da oltre 25 anni ed ha tenuto corsi e masterclasses in varie Istituzioni in Italia e all’estero. Nel 2014 è stata Guest Visiting Professor alla University of Stockholm/Performing Premodernity. È stata Direttrice della Scuola di Danza del Civico Istituto Brera di Novara dal 2008 al 2013. Le sue ricerche in danza barocca sono state pubblicate negli atti di vari convegni internazionali e nella stampa specializzata.

 

Per informazioni e iscrizioni:

Prof. Giorgio Dellarole, giorgio.dellarole@conservatorio.pr.it

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito