“Dal Boito nel mondo”. Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto – 25-09-2017 ore 21:00

“Dal Boito nel mondo”. Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto – 25-09-2017 ore 21:00

 

 

 

 

 

"DAL BOITO NEL MONDO"

Giovani talenti con Michele Pertusi in concerto

Lunedì 25 settembre 2017, ore 21.00

– Auditorium del Carmine –

 

Evento promosso dal Circolo culturale "Il Borgo" in collaborazione

con il Conservatorio di Musica "Arrigo Boito" di Parma

 

IL RICAVATO DEL CONCERTO ANDRÀ A FAVORE DEL

CESTÈN D’NADÄL DELLA FAMIJA PRAMZANA.

 

 

L’associazione culturale Il Borgo, nata per favorire una crescita culturale e civica dei cittadini di Parma, festeggia nel 2017 40 anni di attività. Tra le altre iniziative per celebrare la ricorrenza, si inserisce questo concerto che vedrà salire sul palcoscenico dell'Auditorium del Carmine alcuni talentuosi neo-diplomati del Conservatorio di Musica "Arrigo Boito", al fianco del celebre basso Michele Pertusi.  Il ricavato della serata andrà in beneficenza alla Famija Pramzana, per contribuire alla preparazione dei “Cestèn d'Nadäl” consegnati alle famiglie bisognose.

I biglietti numerati saranno in vendita da martedì 5 settembre, presso la Azzali Editore (P.le Boito, 5 - Parma; tel. 3406222128), presso la segreteria del circolo Il Borgo (via Turchi, 15 - Parma), e presso la segreteria della Famija Pramzana, negli orari di ufficio, sino a esaurimento posti. I biglietti potranno anche essere prenotati, sempre al costo di € 20, via email, scrivendo a circoloilborgo@virgilio.it con il versamento del relativo bonifico a partire dal 20 agosto.

 

 

Nato a Parma, Michele Pertusi è un basso-baritono italiano. È considerato uno dei maggiori interpreti contemporanei delle opere di Wolfgang Amadeus Mozart e di Gioachino Rossini. È stato allievo di Arrigo Pola, Carlo Bergonzi e Rodolfo Celletti.
Grammy Award, nel 2006, per l’incisione del Falstaff con la London Symphony Orchestra diretta da Colin Davis (LSO Live), ha collaborato con direttori di fama internazionale quali Daniel Barenboim, Semyon Bychkov, Riccardo Chailly, Colin Davis, Daniele Gatti, Carlo Maria Giulini, Vladimir Jurowski, James Levine, Zubin Metha, Riccardo Muti, Antonio Pappano e Georg Solti, calcando i palcoscenici dei più importanti teatri al mondo, fra i quali l’Opéra Bastille, la Wiener Staatsoper, il Covent Garden, il Teatro alla Scala, il Metropolitan di New York, il Teatro Real di Madrid, il ROF Pesaro, la Bayerische Staatsoper, la Deutsche Oper di Berlino, la Monnaie di Bruxelles, l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia e il Barbican Centre di Londra.
La sua ricca discografia comprende, fra gli altri titoli, Messa Solenne, Stabat Mater, Cantata per Pio IX, Cenerentola e Il turco in Italia diretta da Riccardo Chailly, Don Giovanni e Così fan tutte con Georg Solti (Decca), Le nozze di Figaro con Zubin Mehta (Sony), Semiramide e Maometto II (Ricordi), Don Giovanni con Daniel Barenboim (Erato), La damnation de Faust e Falstaff con Colin Davis (LSO).

 

 

L’Associazione culturale "Il Borgo" è nata nel 1977 per favorire una crescita culturale e civica dei cittadini di Parma, in particolare dei giovani, per attivare una cittadinanza responsabile, diffondere la cultura della legalità, sostenere il dialogo interculturale e interreligioso. L’intuizione è dovuta ad Andrea Borri, appena eletto in Parlamento, e ad un gruppetto di amici desiderosi di ampliare i confini della politica al di là dei partiti ed allargare il dibattito ed il dialogo nei borghi della città. L’iniziativa ha subito coinvolto anche un vasto gruppo di giovani che hanno dato vita ad un gruppo autodefinitosi “Nuova proposta” che per anni si è impegnata nei consigli delle scuole superiori e nella formazione civica. Ha pure unito cultori dello spettacolo che hanno dato vita alla Cooperativa Pezzani che ha collaborato con la Diocesi nel restauro del Teatro Pezzani. Ha fatto nascere, al proprio interno, il gruppo “Il dialogo” che ha favorito l’apertura del carcere alla città dando vita, all’interno del carcere, ad un gruppo musicale e ad uno teatrale. Attraverso l’aggregazione di vari cori di Parma e provincia si è costituita nel circolo l’Associazione Cori Parmensi, tuttora attiva. In questi 40 anni Il Borgo ha dato vita a vari progetti fra i quali “Cattedrali, moschee e sinagoghe: segni di pace e di fratellanza tra i popoli” dal quale è nato il Forum Interreligioso ancora in attività; molto importante la ricerca promossa dal circolo e pubblicata da una casa editrice nazionale su “Malessere nella città ricca”. Il Borgo ha collaborato alla nascita del Forum delle Associazioni culturali parmensi ed alla Rete nazionale C3Dem; è fra i promotori del Centro Interculturale per le associazioni degli immigrati attivo nel Comune di Parma e della Festa della Storia di Parma che coinvolge molte scuole cittadine; ha promosso nel 2016 un progetto di studio sulla “Area vasta” di Parma, Piacenza, Reggio Emilia e Modena. Il Borgo ha prodotto una cinquantina di pubblicazioni; è titolare di un ampio archivio che raccoglie e testimonia la presenza dei cattolici nella vita politica di Parma e comprende gli archivi della DC parmense, del PPI e della Margherita. In particolare, dal 2014, il Circolo Il Borgo è impegnato nel progetto del BORGOLAB, insieme all’Università ed a molte scuole superiori di Parma, promuovendo un corso annuale di “cittadinanza attiva”. Attualmente il circolo è la sede, ed anche socio fondatore, del Comitato Promotore per una ricerca su “Il Concilio e la Chiesa di Parma” che sta studiando le trasformazioni, religiose e sociali, della realtà parmense nei 50 anni del post Concilio.