Barocco in San Rocco: Concerto del duo Martina Baratella e Filippo Lion, viole da gamba – 09-02-2020 ore 17:00

Barocco in San Rocco: Concerto del duo Martina Baratella e Filippo Lion, viole da gamba – 09-02-2020 ore 17:00

 

 

 

 

Barocco in San Rocco

Concerto del duo 

Martina Baratella e Filippo Lion,

viole da gamba

Domenica 9 febbraio 2020, ore 17.00

– Sagrestia Nobile della Chiesa di San Rocco –

Ingresso libero

 

La Rassegna di concerti "Barocco in S. Rocco 2020"

è dedicata alla memoria dell’ing. Umberto Aiassa, grande appassionato di musica antica

e assiduo frequentatore di questi concerti

 

 

 

 

Monsieur de Sainte Colombe (1640-1700)

da Concert à deux violes esgales : “Les Roulades”

 

Joseph Bodin de Boismortier (1689-1755)

Sonata op. 10 n. 3 in sol minore

 

Gottfried Finger (1655-1730)

Suite in Sol per due viole da gamba

 

Johannes Schenck (1660-1717?)

da Le nymphe di Rheno op. 8 : Sonata VI in sol minore

 

Monsieur de Sainte Colombe (1640-1700)

da Concert à deux violes esgales : “Les Regrets”

 

 

 

Filippo Lion inizia privatamente gli studi di pianoforte nel 2007 con la prof. Francesca Soranzo, continuandoli fino al 2013. Nello stesso anno si iscrive al Liceo Musicale “C. Marchesi” di Padova, proseguendo gli studi di pianoforte con il M° Corrado Loffredi e iniziando gli studi di violoncello con il M° Sergio Tosello. Nel 2017 comincia da autodidatta lo studio della viola da gamba, per poi proseguire sotto la guida del M° Paolo Zuccheri presso il conservatorio “A. Steffani” di Castelfranco Veneto dal 2018. Nello stesso anno comincia gli studi di clavicembalo con la prof. Lia Levi Minzi presso lo stesso conservatorio e nel 2019 gli studi di violoncello barocco con il M° Francesco Galligioni. Partecipa ad alcune importanti masterclass di musica antica tenute da docenti di fama internazionale quali il M° Alfredo Bernardini nel marzo 2019 su musiche di G.F. Handel e H. Purcell e il M° Marco Berrini nell’aprile 2019 sulle cantate “Membra Jesu Nostri” di D. Buxtehude.

 

 

Martina Baratella intraprende lo studio del violoncello sotto la guida dei Maestri Carlo Zanardi e Giambattista Valdettaro, diplomandosi in seguito con ottimi voti al Conservatorio di Padova con il M° Mario Finotti e conseguendo contemporaneamente la laurea triennale in Lettere moderne e la specializzazione in Linguistica a’Università degli Studi di Padova. Perfezionatasi con il M° Marco Dalsass nella prassi barocca e classica del violoncello, arricchisce la sua formazione avvicinandosi alla viola da gamba grazie al M° Sofia Ruffino al Conservatorio di Castelfranco Veneto, dove studia attualmente sotto la guida del M° Paolo Zuccheri. Collabora da anni con diverse formazioni cameristiche del Veneto e non solo. Nel 2017, con la Cappella musicale di San Giacomo Maggiore di Bologna, ha inciso per Tactus i Dialoghi sacri di Ippolito Ghezzi. Dal 2010 unisce l’attività concertistica alla passione per l’insegnamento della musica, grazie all’esperienza didattica maturata in diverse associazioni del padovano e del trevigiano e presso il Collegio vescovile Pio X di Treviso.