Arturo Benedetti Michelangeli oggi. Seminario a cura di Gian Paolo Minardi e Luigia Mossini Minardi – 20-02-2020

Arturo Benedetti Michelangeli oggi. Seminario a cura di Gian Paolo Minardi e Luigia Mossini Minardi – 20-02-2020

 

 

 

Arturo Benedetti Michelangeli 

oggi

nel primo centenario della nascita

Seminario a cura di

Gian Paolo Minardi e Luigia Mossini Minardi

Giovedì 20 Febbraio 2020

Parma, Aula 9 del Conservatorio di Musica “Arrigo Boito”

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito

 

 

 

Calendario:

- Giovedì 20 Febbraio 2020 dalle 10:30 alle 13:00 e dalle 14:30 alle 18:00, Aula 9 del Conservatorio “A, Boito”;

 

Descrizione:

I cento anni dalla nascita di Arturo Benedetti Michelangeli offrono un naturale stimolo ad una riflessione sulla personalità di questo grande artista la cui immagine ha avuto un riflesso mediatico non esente da molti fraintendimenti. Il proposito di questo incontro è appunto quello di ricomporre, grazie anche alla presenza di Luigia Mossini e Gian Paolo Minardi che con Benedetti Michelangeli hanno avuto una lunga, amichevole frequentazione, un profilo più approfondito attraverso la considerazione di una “lezione” quale è andata snodandosi strenuamente per più di un cinquantennio, patrimonio di un’esperienza che ha toccato non solo l’aspetto interpretativo ma che ha avuto una determinante incidenza sul terreno educativo. Partendo da tale quadro i confini dell’incontro si allargheranno verso altri interrogativi riguardanti l’“eredità” lasciataci da Benedetti Michelangeli, nella considerazione della evoluzione del pensiero interpretativo che ha caratterizzato la cultura musicale italiana, dopo il lascito di Busoni. 

Il seminario è inserito nel Master annuale di secondo livello Alto Perfezionamento in Musica da Camera, ed è aperto a tutti gli interessati.

 

 

Gian Paolo Minardi è nato e ha compiuto i suoi studi a Parma, dove ha insegnato quale professore associato di “Storia della musica moderna” presso la Facoltà di Lettere e Filosofia. Oltre a numerosi articoli su riviste italiane e straniere e ad alcune collaborazioni alla stesura di enciclopedie musicali, ha pubblicato: La stellina di Barilli. Ildebrando Pizzetti, la giovinezzaStudi e letture di musica, dal barocco al novecento. Quattro saggi sul novecento musicale italiano. I Concerti per pianoforte e orchestra di Mozart. La musica da camera di Schubert. Svolge attività critica presso alcune riviste tra cui Amadeus, Opéra InternationalClassic VOICE. Dal 1973 è critico musicale della Gazzetta di Parma. È stato consulente artistico di alcune iniziative musicali, tra cui il "Festival Mozart" di Salsomaggiore. È stato invitato a far parte della commissione di alcuni Concorsi pianistici internazionali.

 

Luigia Mossini vive a Parma dove ha compiuto gli studi e dove ha collaborato come assistente e come cultrice della materia presso l’Istituto di Musicologia diretto da Claudio Gallico. E’ stata consigliere della Società italiana di musicologia presieduta da C. Gallico. Oltre a numerosi saggi su riviste e programmi di sala, ha compilato alcune voci di compositori parmigiani per la MGG (Die Musik in Geschichte und Gegenwart). In prevalenza si è occupata dei rapporti tra letteratura e musica, con particolare attenzione al pensiero romantico: ‘Farfalle di un’isola lontana’: Jean Paul e SchumannIl motto come guida: la Mottosammlung di Robert SchumannGoethe nella ricezione di R. Schumann; ha partecipato al Festival Internazionale di Portogruaro con due titoli: 2006/7 sul tema Fantasiecon Fantasia e Fantasieren: immaginare e improvvisare; 2007/8 sul tema Il viaggio in musica con ‘Di paesi e luoghi lontani’. Nel maggio del 2000 ha tenuto un Seminario di cinque giorni sul tema ‘Attorno a Schumann’.

 

 

Per informazioni e iscrizioni:

Prof. Pierpaolo Maurizzi, pierpaolo.maurizzi@conservatorio.pr.it

Regolamento per le iscrizioni alle Masterclass del Boito